ZenZero e Slow Food Condotta del Fermano insieme per i produttori locali

Sabato scorso (30 marzo) in tanti a RACCONTI DI TERRA IN
BOTTEGA: piatti e storie con tre aziende agricole fermane di olio,
vino e pasta.

FERMO – Una piccola bottega-bistrot che sostiene il km zero di qualità, un’associazione
operosa al motto di “Cibo buono pulito e giusto”.
Mentre è ancora viva l’eco della recente mobilitazione mondiale pro-ambiente, con il
“Fridayforfuture” della giovanissima Greta Thunberg, anche nel territorio fermano alcune
piccole realtà portano avanti da anni la sfida per un futuro più sostenibile, a cominciare da ciò
chi mette a tavola. Cambiamo il mondo a partire dal cibo: è questo che ha fatto
incontrare ZenZero e Slow Food Condotta del Fermano, insieme per una serata speciale in
cui far conoscere alcuni produttori locali di olio, vino e pasta.
Sabato scorso (30 marzo) il negozio biologico e stop lunch a Campiglione di Fermo,
specializzato in piatti freschi anche veg e gluten free, si è trasformato in open space per
accogliere i tanti partecipanti all’evento degustazione “Racconti di terra in bottega”.
Protagonisti della cena l’Agribiologica Foglini Amurri  di Petritoli, che ha spiegato la
storia e le proprietà di grani antichi come il loro Saragolla Turchesco; l’ azienda agricola
Famiglia Salvatelli di Fermo, una bella realtà rimasta legata alla terra fino alle generazioni
più giovani e dedita in particolare alla pasta di grano tenero Solina, e infine   Le Vigne di
Franca , che ha accompagnato sapientemente il menu della serata con ottimi vini prodotti
nelle campagne di Santa Petronilla.
Presente alla serata il Fiduciario della Condotta Slow Food del Fermano Paolo Concetti:
“anche le più semplici azioni quotidiane come fare la spesa – ha sottolineato – hanno un
impatto sull’ecosistema: le scelte alimentari che facciamo ogni giorno influenzano l’ambiente
in cui siamo immersi, per questo è importante conoscere da vicino il lavoro svolto dai nostri
produttori con metodi sostenibili”.
“Diventare consumatori consapevoli è il primo passo per invertire la tendenza e fare la
propria parte – aggiunge Valter Mecozzi di ZenZero bottega –. Nel nostro piccolo, da tre
anni, cerchiamo di affiancare all’attività commerciale iniziative per sensibilizzare e informare:
incontri-degustazione con le aziende agricole, laboratori di cucina naturale, minicorsi di bio
make-up fino ad arrivare al cinema con un documentario shock sull’industria del latte”. Il
mese scorso, infatti, il bistrot ha organizzato la prima proiezione in formula on
demand delle Marche portando al Cineteatro Nuovo di Capodarco il pluripremiato “The Milk
System”, grazie