PALO SALVA TUTTO: CIVITANOVESE MURATA DALLA CAPOLISTA

MONTE SAN GIUSTO – Il Valdichienti non scappa, la Civitanovese non accorcia. È questa la sintesi estrema del big match della quindicesima giornata del campionato di Promozione. Tutti si aspettavano l’allungo dei padroni di casa oppure il riavvicinamento dei rivieraschi, ma alla fine la contesa tra la prima e la terza della classe si conclude con uno stop ai box per entrambe ed a beneficiarne è solo l’Atletico Ascoli, ora secondo in classifica a cinque lunghezze dalla capolista.

Uno 0-0 che forse, ai punti, avrebbe dovuto premiare la Civitanovese.Di fatto, per una questione di centimetri una conclusione di capitan Miramontesè terminata sul palo. Fosse entrata, verosimilmente gli uomini di Da Col non sarebbero solo tornati a casa con i tre punti, ma avrebbero anche abbattuto il record di imbattibilità del Valdichienti Ponte, che persiste dal 6 maggio 2017, quando nel campionato di Prima Categoria di due anni fa perse 2-0 a Montemilone.

IL TABELLINO

VALDICHIENTI PONTE 0(4-3-3): Piergiacomi; Mandorlini (24’ st Romagnoli), Fermani, Monteneri, Iommi; Marconi, Lattanzi (38’ st Ciucci), Badiali; Rapari (43’ st Bellesi), Garbuglia (44’ st Marcaccio), Castellano (35’ st Nicolò Severini). A disposizione: Mallozzi, Ripa, Salvatelli, Pandolfi. All. Luigi Giandomenico

CIVITANOVESE 0(4-4-2): Testa; Ferrari, Armellini, Dutto, Carafa; Marino (20’ st Garcia), Veccia, Escobar, Emiliozzi (31’ st Doda); Vechiarello, Miramontes. A disposizione: Lorenzetti, Cognigni, Smerilli, Gabriele Severini, Falkenstein, Matteo Salvati, Catinari. All. Emiliano Da Col

ARBITRO:Claudio Racchi di Ancona; assistentiStefano Pizzagalli di Pesaro, Luigi Domenella di Ancona

NOTE:Espulso Iommi al 42’ st per somma di gialli. Ammoniti Veccia, Escobar, Mandorlini, Carafa, Iommi, Vechiarello. Corner 5 – 2. Recupero +0’ +4’

LA CRONACA

Al Comunale “Villa San Filippo” di Monte San Giusto, per la quindicesima giornata del campionato di Promozione, va in scena il remake d’alta quota che lo scorso anno caratterizzò il girone C del campionato di Prima Categoria: Valdichienti Ponte – Civitanovese.

Nella stagione 2017-18, in due incroci, il Valdichienti Ponte rimase imbattuto: vittoria casalinga con gol di Castellano e pareggio al Polisportivo di Civitanova Marche determinato dall’autogol di Giovanni Morbidoni e dal sigillo di Juninho Venturim.

Quest’oggi le cose sono cambiate, sia perché è la Civitanovese ad inseguire la testa della graduatoria sia perché gran parte dei protagonisti di quelle due sfide non ci sono più. In una bellissima cornice di pubblico, mister Luigi Giandomenico schiera un 4-3-3 con Lattanzi nella cerniera di centrocampo, Marconi e Badiali ai suoi lati ed il tridente Rapari, Garbuglia, Castellano in avanti. Mister Emiliano Da Col risponde con l’ormai collaudato 4-4-2 inserendo subito il nuovo innesto classe 2001 Emiliozzi sull’esterno sinistro, Marino in un’inedita posizione di esterno alto a destra ed il tandem Veccia-Escobar in cabina di regia. A reggere il peso dell’attacco, non avendo a disposizione lo squalificato Ribichini, il tecnico rossoblù dispone capitan Miramontes assistito dalla fantasia da falso 9 di Vechiarello.

Messo da parte qualsiasi tipo di timore reverenziale, le due formazioni si affrontano a viso aperto e danno vita ad un botta e risposta: al 10′ Marino imbuca di esterno Vechiarello, ma quest’ultimo con il destro trova l’opposizione con la gamba in corner di Piergiacomi, mentre cinque minuti più tardi Castellano attira su di se la difesa rivierasca e poi scarica all’altezza del dischetto, dove Garbuglia non inquadra bene la mira e calcia alto un rigore in movimento.

La gara è molto tattica e l’ultimo guizzo della prima frazione è un corner di Badiali con Fermana che svetta più in alto di tutti ma di testa sorvola la traversa. Nella ripresa la trama non subisce variazioni: ad un’azione di una delle due squadre risponde l’altra con un’occasione uguale e contraria. Al 51′ Marconi affonda sull’out di destra e cerca in area la torre di Garbuglia, ma l’attaccante locale viene anticipato da un ottimo intervento in tuffo di Dutto che mette in angolo. La controffensiva rossoblù passa dai piedi di Miramontes che al 54′ si incunea nella trequarti del Valdichienti ma dal limite dell’area colpisce debolmente.

La chance, anzi le chance, più nitide dell’intero match ce l’hanno la formazione rossoblù a ridosso del 20esimo della ripresa ma Piergiacomi si dimostra a dir poco superlativo: l’estremo locale prima si allunga su una conclusione di destro da fuori area di Miramontes e la tocca quel tanto che basta per mandarla a sbattere sul palo, poi sul proseguo dell’azione con un egregio colpo di reni con la mano di richiamo vola a mettere in angolo il tiro a giro di Vechiarello, indirizzato sotto l’incrocio del palo opposto a quello della conclusione di Miramontes.

L’ago della bilancia potrebbe spostarsi al 88′ quando Iommi, già ammonito, ferma in maniera fallosa la ripartenza di Vechiarello e si becca il secondo giallo. Tuttavia la Civitanovese non riesce ad imporre la propria superiorità numerica perché, nel tourbillon delle sostituzioni e qualche interruzione arbitrale, i minuti scivolano via rapidi sul cronometro.