Novità 2019 Cedolare secca per i negozi

La legge di stabilità 2019 è attesa alla prova dei prossimi decreti attuativi, in totale 161, delle norme in essa contenute. Molte tra queste riguardano i proprietari di immobili, nella loro veste di contribuenti, pensionati, professionisti o imprenditori ed una in particolare risulta una novità assoluta, la cedolare secca sugli immobili classificati C/1.

In particolare l’art. 9 estende la possibilità di fruire anche per gli immobili commerciali del regime agevolato già in vigore per gli immobili ad uso abitativo, in questo caso con una aliquota del 21%, rispetto al regione ordinario secondo il quale il reddito fondiario concorre ai fini dell’Irpef.

I contratti delle locali commerciali assimilabili al nuovo regime della cedolare secca per essere ammessi al beneficio devono essere stipulati nel corso dell’anno 2019, con oggetto unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/1, avere una superficie non eccedente i 600 mq, escluse le pertinenze e le relative pertinenze locate congiuntamente.

L’agevolazione non si applica ai contratti stipulati nel 2019, ma per i quali al 15 ottobre 2018 era in essere un contratto non scaduto tra gli stessi contraenti per lo stesso immobile, per il quale si interrompe la naturale scadenza per poter usufruire del regime agevolato.

renzo paccapelo Presidente Confabitare Marche