Volley Angels rosa al top

Alla vigilia dell’inizio della preparazione per la stagione 2018-2019, in casa della De Mitri Volley Angels
Project la rosa delle atlete è ormai quasi completa. I nuovi arrivi che presentiamo in questo articolo sono
antitetici per quello che riguarda l’età, visto che si tratta di una delle atlete più giovani che quest’anno farà
parte del roster della squadra rossoblù e della più esperta, che con il suo braccio tradizionalmente molto
pesante avrà il compito di mettere giù quanti più palloni possibili. Stiamo parlando della centrale Beatrice
Salvucci, classe 2001 e della schiacciatrice Monica Pierantoni. La Salvucci, ruolo centrale, marchigiana,
proviene dalla Conero Volley, ma due stagioni fa ha conquistato il titolo provinciale Under 18 con l’Helvia
Recina Villa Potenza. Insieme alle confermate Tiberi e Pepa costituirà il pacchetto delle centrali e anche
attraverso il suo contributo passerà il cammino della De Mitri verso la salvezza, dichiarato traguardo
stagionale per la formazione che esordirà nel campionato di serie B2. Su Monica Pierantoni, invece, si
potrebbero scrivere pagine intere, vista la sua lunga e scintillante carriera pallavolistica, iniziata negli anni
’90 con la maglia della Bulli e Pupe Macerata, squadra della sua città natale. Classe 1976, schiacciatrice dagli
score importanti in qualsiasi categoria abbia militato, ha già al suo attivo molti campionati tra B1 e A2 e
cinque promozioni dalla serie B1 in A2, una delle quali conquistata con il Castelfidardo, proprio con Daniele
Capriotti e Francesco Napoletano in panchina. Particolare curioso, un altro dei campionati vinti dalla
Pierantoni è quello con la maglia del Castellana Grotte, formazione quest’anno avversaria delle atlete dei
coach Napoletano e Ciotola. Corridonia, Isernia e Benevento sono altre delle piazze dove la forte
schiacciatrice maceratese ha vinto il campionato. Per la De Mitri un grandissimo innesto che darà peso e
concretezza alla prima linea rossoblù e che sarà di esempio per tutte le compagne più giovani.