La Corte dei conti europea pubblica un documento esplicativo sulla desertificazione nell’UE

La Corte dei conti europea ha pubblicato in data odierna un documento esplicativo sulla desertificazione (suolo che diviene sempre più arido e degradato) nell’UE I documenti esplicativi sono intesi costituire una fonte di informazione per tutti gli interessati alla politica e/o ai programmi in questione. Il presente documento esplicativo viene pubblicato in occasione della giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e la siccità (domenica 17 giugno) indetta dalle Nazioni Unite.

Gli auditor della Corte stanno al momento appurando se il rischio di desertificazione nell’UE sia affrontato in maniera efficace ed efficiente. Partendo dal materiale raccolto nel corso della preparazione dell’audit, nel documento esplicativo vengono elencate le principali cause ed i principali effetti della desertificazione, assieme a proiezioni recenti su come tale fenomeno potrebbe svilupparsi nell’Unione europea nei prossimi decenni. Detto documento contiene informazioni sulle misure di prevenzione e di ripristino che potrebbero essere adottate. In esso viene spiegato in che modo i vari aspetti della desertificazione sono affrontati nei diversi documenti strategici e settori d’intervento dell’UE, illustrando quali programmi di finanziamento dell’UE sostengono le azioni di lotta alla desertificazione.

La pubblicazione della relazione di audit è prevista per la fine del 2018. Più tardi nel corso dell’anno è in programma anche la pubblicazione delle risultanze di un audit correlato sulla gestione del rischio di inondazioni nell’UE.

Note agli editori

La desertificazione è definita dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la desertificazione (UNCCD) come “il degrado del suolo in aree aride, semiaride e secche subumide in conseguenza di svariati fattori, tra cui le variazioni climatiche e le attività umane”. La desertificazione non è solo un risultato, ma anche una delle cause del cambiamento climatico. È anche frutto di pratiche di gestione dei terreni non sostenibili. Amplifica i cambiamenti climatici, poiché un terreno desertificato perde la capacità di stoccaggio del carbonio e, di conseguenza, può assorbire minori volumi di gas a effetto serra.

Ad oggi sono tredici gli Stati membri dell’UE che hanno dichiarato all’UNCCD di essere colpiti da desertificazione. Gli auditor della Corte ne hanno visitati cinque: Romania, Cipro, Italia, Spagna e Portogallo.

La giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e la siccità avrà luogo domenica 17 giugno, con un’enfasi sulla gestione sostenibile dei suoli come modo per rilanciare le economie, creare posti di lavoro e rivitalizzare le comunità. Detta giornata è stata istituita 23 anni fa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare sulle azioni mondiali e nazionali di lotta contro la desertificazione, il degrado dei suoli e la siccità.

Lo scopo del presente comunicato stampa è illustrare i messaggi principali del documento esplicativo adottato dalla Corte dei conti europea. Il testo integrale del documento è disponibile su eca.europa.eu.

__________________________________________________

 

ECA Press
Mark Rogerson – Spokesperson T: (+352) 4398 47063 M: (+352) 691 55 30 63
Damijan Fišer – Press Officer T: (+352) 4398 45410 M: (+352) 621 55 22 24
12, rue Alcide De Gasperi – L-1615 Luxembourg
E: press@eca.europa.eu @EUauditors eca.europa.eu