Mozione dei Consiglieri regionali FI Jessica Marcozzi e Piero Celani per contrastare la contraffazione dei prodotti marchigiani

La convocazione di un Tavolo congiunto tra istituzioni, sindacati, associazioni di
categoria e autorità di controllo per acquisire un quadro complessivo sulla
contraffazione, l’istituzione di un Osservatorio regionale ad hoc e la promozione di
azioni concrete e mirate alla tutela del made In e al contrasto del fenomeno in
questione. Questo quanto abbiamo chiesto, con una mozione, al Consiglio regionale
per contrastare la contraffazione e il falso subìti dai marchi marchigiani e, più in
generale, italiani, e contestualmente limitare l’eccessiva penetrazione di prodotti
esteri sul mercato regionale. Chiediamo azioni a tutela dell’economia,
dell’imprenditoria e dell’artigianato locali. Fino ad oggi, infatti, si è fatto poco o
niente per tutelare la produzione e l’eccellenza dei nostri marchi. E i reiterati appelli
delle categorie produttive e delle associazioni di categoria sono caduti nel vuoto. Ciò
a fronte di dati allarmanti come quello che vede l’Italia come lo stato europeo
maggiormente interessato dal fenomeno del falso e della contraffazione, con i settori
dell’abbigliamento e degli accessori tra i più colpiti e con notevoli ripercussioni
sull’occupazione. La proliferazione della contraffazione, al contempo, è un chiaro
segnale che il nostro Made In vanta ancora notevole appeal sui mercati internazionali.
Dunque si agisca senza indugio per tutelare, e al contempo, valorizzare i nostri brand
e per monitorare costantemente il fenomeno del falso e della contraffazione, con le
“vittime” spesso all’oscuro di tutto, come avvenuto nel recente caso di un’azienda di
calzature di Montegranaro informata di una contraffazione da una cliente.

I Consiglieri regionali FI
Jessica Marcozzi
Piero Celani