LE ISTANZE DELLA RICOSTRUZIONE AL G7 DELLA CULTURA

delprioriDomani, venerdì 31 marzo, il sindaco di Matelica Delpriori interverrà al summit di Firenze

per portare all’attenzione internazionale i territori colpiti dal sisma

Il sindaco di Matelica, Alessandro Delpriori, interverrà domani, venerdì 31 marzo, a Firenze al

G7 della Cultura, prima riunione in assoluto nella storia del G7 che l’Italia, su impulso del

ministro Franceschini, realizza nell’obiettivo di porre al centro delle politiche di governo la cultura

e il patrimonio culturale. In questo contesto internazionale il sindaco Delpriori, invitato dal

ministro anche in virtù delle sue competenze di storico dell’arte, porterà la voce dei territori colpiti

dal sisma, focalizzando l’attenzione sui temi della ricostruzione.

“Sono onorato – commenta Delpriori – di poter rappresentare al G7 della Cultura le istanze di

tutte le comunità colpite dal terremoto. Il patrimonio culturale del Centro Italia ha un ruolo

fondamentale nella costruzione dell’identità dell’Europa moderna: per questo il tema della

ricostruzione non riguarda solo i nostri territori e non riguarda solo l’Italia. La cultura deve essere

una straordinaria occasione di rilancio: chiederò più attenzione a questi territori e più risorse

perché anche gli altri Paesi contribuiscano nel dare un futuro a queste popolazioni”.

Il primo G7 dei ministri della Cultura e dei rappresentanti delle grandi organizzazioni mondiali si

tiene a Firenze nei giorni del 30 e 31 marzo nell’ambito della presidenza italiana del G7 e

affronta in particolare il tema della protezione del patrimonio culturale e della cultura quale

strumento di dialogo fra i popoli.

Alla Talk Session in programma nella mattinata del 31 marzo nel Salone dei Cinquecento di

Palazzo Vecchio interverranno: Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle Attività culturali e

del Turismo; Dario Nardella, sindaco di Firenze; Alessandro Delpriori, sindaco di Matelica;

Alberto Quadrio Curzio, presidente dell’Accademia dei Lincei.

In programma un confronto, moderato dal giornalista Rai, Duilio Giammaria, tra i rappresentanti

del mondo culturale dei diversi Paesi; parteciperanno: Paolo Baratta, presidente della

Fondazione Biennale di Venezia; Simon Brault, director and ceo, Canada Council for the Arts;

Sir Ciaran Devane, chief executive of the British Council; Yuko Hasegawa, chief curator of the

Museum of Contemporary Art Tokyo; Shermin Langhoff, artistic director of the Maxim Gorki

Theatre in Berlin; Serge Lasvignes, presidente del Centre Pompidou.

 

Moretti Comunicazione

Isabella Tombolini

tel. 071.2320927 – 366 2818465

isabella.tombolini@alceomoretti.it