La scuola de’ gelosi di Salieri al Teatro Pergolesi di Jesi

lascuoladeigelosiVenerdì 13 gennaio alle ore 20,30 e domenica 15 alle ore 16 al Teatro Pergolesi di Jesi la prima rappresentazione in tempi moderni de “La scuola de’ gelosi” con la direzione di Giovanni Battista Rigon e la regia di Italo Nunziata; l’opera in scena per gli studenti in anteprima giovani mercoledì 11 gennaio alle ore 16, “Happy Opera” aperitivo a tema giovedì 12 gennaio alle ore 19 al Circolo Cittadino.

 

Sabato 14 gennaio alle ore 21, al Teatro Moriconi prima rappresentazione assoluta in epoca moderna della cantata “Per la ricuperata salute di Ofelia” con musiche di Salieri, Mozart, Taralli dirette da Alberto Martini, la voce di Valeria Esposito, il flauto solista di Paola Fre e l’oboe solista di Marco Soprana.

 

 

Due prime esecuzioni in epoca moderna, con musiche di Antonio Salieri, per la Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi curata dalla Fondazione Pergolesi Spontini, e numerosi eventi “Intorno alla Stagione Lirica” con presentazioni al pubblico e aperitivi a tema.

“La scuola de’ gelosi”, dramma giocoso in due atti su libretto di Caterino Mazzolà e musica di Antonio Salieri, va in scena venerdì 13 gennaio alle ore 20,30 con replica domenica 15 alle ore 16 al Teatro Pergolesi nella prima rappresentazione in tempi moderni dell’opera che tributò il maggior successo in vita del musicista legnaghese. Mercoledì 11 gennaio alle ore 16 è invece in programma un’Anteprima Giovani dell’opera di Salieri, riservata alle scuole e ai partecipanti del progetto “Ragazzi all’Opera”.

Giovanni Battista Rigon dirige l’orchestra “I Virtuosi Italiani”, la regia è firmata da Italo Nunziata, le scene di Andrea Belli, i costumi di Valeria Donata Bettella, disegno luci di Marco Giusti. Scene e costumi sono stati costruiti a Jesi, presso il Laboratorio Scenografico della Fondazione Pergolesi Spontini e la Sartoria del Teatro Pergolesi. In scena un cast di giovani interpreti con i Solisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino: il Conte Bandiera è interpretato dal tenore Patrick Kabongo Mubenga, la Contessa Bandiera dal soprano Francesca Longari, Blasio dal baritono Benjamin Cho, Ernestina dal soprano Eleonora Bellocci, Lumaca dal baritono Qianming Dou, Carlotta dal mezzosoprano Ana Victoria Pitts e il Tenente dal tenore Manuel Amati.

Lo spettacolo è stato realizzato su iniziativa della Fondazione culturale Antonio Salieri di Legnago e si avvale del sostegno della Fondazione Cariverona; il progetto produttivo, molto esteso, è nato dalla collaborazione tra importanti istituzioni musicali nazionali, dalla Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino alla Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, dalla Fondazioni Teatri delle Dolomiti di Belluno al Teatro Ristori di Verona, alla Deputazione Teatrale Teatro Marrucino di Chieti. Dopo il debutto al Teatro Salieri di Legnano, “La scuola de’ gelosi” è andata in scena e verrà rappresentata nei teatri di Chieti, Belluno, Verona, Jesi e Firenze, per un totale di 14 recite.

Antonio Salieri (Legnago, 18 agosto 1750 – Vienna, 7 maggio 1825) fu un grande protagonista della vita musicale europea nel complesso passaggio tra barocco e romanticismo. Operò a Vienna nell’influente posizione di Kapellmeister imperiale e fece una carriera strepitosa; fu autore prolifico di musica sacra, strumentale e per il teatro musicale scrisse 39 titoli. Rappresentata per la prima volta al Teatro San Moisé di Venezia nel 1778, l’opera comica “La scuola de’ gelosi” ottenne subito un grande successo e si diffuse rapidamente in tutta Europa. Il libretto dell’opera, di Caterino Mazzolà, fu revisionato nel 1783 da Lorenzo Da Ponte, per una seconda versione che andò in scena al Burgtheater di Vienna. La trama tratta di intrighi amorosi, tentativi di seduzione e provocazioni di gelosia tra i personaggi di tre diverse classi sociali, l’aristocrazia, la borghesia e la classe operaia. Equivoci, fraintendimenti, piccoli sotterfugi, travestimenti anticipano situazioni drammaturgiche che ritroveremo nella trilogia Mozart-Da Ponte.

 

Il cartellone lirico di Jesi prosegue sabato 14 gennaio alle ore 21, al Teatro Moriconi, con una prima esecuzione assoluta ed una commissione della Fondazione Pergolesi Spontini. Il compositore aquilano Marco Taralli presenta al Teatro Moriconi di Jesi la sua trascrizione della cantata “Per la ricuperata salute di Ofelia” con musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e Antonio Salieri – assieme al brano “Ofelia allo specchio” per soprano e piccola orchestra – nell’interpretazione de I Virtuosi Italiani diretti da Alberto Martini e con il soprano Valeria Esposito, il flauto solista di Paola Fre e l’oboe solista di Marco Soprana. In programma, le pagine della cantata Per la recuperata salute di Ofelia con musiche di Mozart e Salieri scritte per una grande interprete mozartiana, Nancy Storace. La riscoperta della breve cantata d’occasione è avvenuta pochi mesi fa a Praga a cura di Timo Jouko Herrmann (nel catalogo del Museo ceco di musica, in un fondo di beni confiscati acquisiti 60 anni fa). Mozart e Salieri dunque lavorarono in stretta collaborazione per celebrare il ritorno alle scene dopo un periodo di malattia della Storace, il che fornisce un’ulteriore conferma del fatto che i due compositori furono non solo molto più vicini d’età di quanto sia noto, ma colleghi, reciproci maestri di stile e anche compagni d’avventure.

 

Biglietti ancora disponibili, sia per l’opera che per il concerto, presso la Biglietteria del Teatro Pergolesi. Tariffe last minute per i biglietti ancora disponibili, il giorno stesso dello spettacolo.

 

Tra gli eventi della settimana, da segnalare l’Happy Opera, aperitivo a tema e conversazioni intorno all’opera “La Scuola de’ Gelosi”, giovedì 12 gennaio alle ore 19 al Circolo Cittadino (Jesi, Via XX Settembre 2), con il direttore artistico della Stagione Lirica Vincenzo de Vivo accompagnato dalla psicoterapeuta Romina Pulita e da Carla Saveri vice presidente del Circolo Cittadino (aperitivo con prosecco veneto € 5, ingresso libero).

Venerdì 13 gennaio ore 19 e domenica 15 gennaio ore 15 “Il libretto in 30 minuti” a cura di Elena Cervigni. Infine, la “Musica nell’aria” nel Centro Storico di Jesi, tutte le sere dal 9 al 14 gennaio, dalle ore 19.15 alle ore 19.30 in centro storico le note di “La scuola de’ gelosi” open air.

 

 

INFO

www.operanconajesi.it

www.fondazionepergolesispontini.com

Biglietteria Teatro Pergolesi tel. 0731. 206888

Fondazione Pergolesi Spontini Tel. 0731.202944

 

 

 

*******************************

Area Ufficio Stampa – Press Office Area

Simona Marini cell. +39 393 9570691 / +39 328 9225986

Tel. 0731. 202944 ufficiostampa@fpsjesi.com

 

 

Fondazione Pergolesi Spontini
Azienda culturale di produzione e servizi per il territorio
Cultural Company of Opera production and services for the territory

Teatro G.B. Pergolesi
Largo Francesco Degrada, 5 – 60035 JESI (AN) – Italia
tel. +39 0731 215643
fax +39 0731 226460
mob. +39 . 393 9570691
www.fondazionepergolesispontini.com

#iosostengoilpergolesi
campagna raccolta fondi della Fondazione Pergolesi Spontini
soggetto beneficiario dell’Art Bonus (Legge 106 del 29 luglio 2014)

Informativa sulla Privacy – Privacy Policy