L’ ECOENERGY 04 MOIE sconfitta a Perugia – Volley Serie B1 F Girone C

volleymoie004TUUM PERUGIA – ECOENERGY 04 MOIE = 3-0
(25-19, 25-18, 25-19)
PERUGIA: Catena 19, Porzio 15, Minati 14, Tiberi 8, Cruciani 3, Stincone 1, Chiavatti (L1), Fastellini, Puchaczewski. N.E. – Gaggiotti, Di Romano Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
MOIE: Sabbatini 12, Cesaroni 7, Argentati 7, Roani 6, Di Marino 2, Cecato 1, Zannini (L1), Carbonaro. N.E. – Baroli, Lametti, Lucescul, Fabbretti, Mercanti (L2). All. Raffaella Cerusico e Matteo Pieroni.
Arbitri: Matteo Mannarino e Luca Pescatore.
TUUM (b.s. 7, v. 3, muri 4, errori 13).
ECOENERGY (b.s. 6, v. 2, muri 5, errori 9)

 

Moie Ci si aspettava un ulteriore passo avanti da parte della formazione di Moie, dopo la bella prestazione di sabato scorso contro la Zambelli Orvieto. Invece, il sestetto di mister Cerusico incappa in una di quelle serate da dimenticare, dove tutto va storto e non si riesce a trovare nessuna soluzione per migliorare la situazione. O meglio, la verità assoluta è che tutta la squadra deve esprimersi ai massimi livelli per esser competitiva. Appena una o due giocatrici scendono di rendimento, tutto si fa più difficile e anche le cose più semplici diventano macchinose e contorte. L’importante è non abbattersi, continuare a lavorare insieme e credere nelle proprie capacità, che non sono poche, per migliorare l’insieme di squadra e tenere alto il morale.
Dal canto loro le perugine sfoderano un gioco corale che ha trovato la sua concretezza nella fase cambio-palla, con ricezione ed attacco capaci di esprimersi su altissimi livelli.
Parte timorosa Moie, ma riesce a seguire le avversarie nel punteggio (4-4), poi i muri di Cruciani e gli attacchi di capitan Porzio producono il primo vero strappo della partita: 10-4. Due punti consecutivi di Sabbatini caratterizzano la reazione di Moie: 16-14 al secondo stop lungo. Sul servizio di Catena, sette consecutivi, Perugia prende definitivamente il largo. Moie soffre in ricezione e nella difesa dei pallonetti avversari. Non riesce a contrattaccare efficacemente e deve aspettare un errore perugino per segnare il 15° punto: 24-15. Cesaroni e Argentati non si arrendono ancora e recuperano 5 punti consecutivi accorciando le distanze 24-19, ma alla sesta palla set Minati chiude il primo gioco di questo match: 25-19 e 1-0.
Il primo T.O.T del secondo parziale vede le perugine già in vantaggio, che continuano da dove avevano lasciato: 6-3. Minati imperversa da prima e seconda linea e i contrattacchi moiaroli non riescono a mettere in difficoltà l’attenta retroguardia umbra. Stincone, nel suo campo, distribuisce il gioco con precisione e fantasia, potendo contare su una ricezione di Chiavatti pressoché perfetta e su diverse combinazioni d’attacco. Moie, al contrario, sembra svagata, senza idee, imprecisa e poco combattiva. Una pausa umbra nella fase centrale, con una concreta Argentati e una combattiva Sabbatini, rimettono in carreggiata le marchigiane (16-14), al secondo tempo obbligatorio. Due errori consecutivi di Cesaroni & C. riportano Perugia a distanza di sicurezza (20-15) quando Puchaczewski rileva Minati tra gli applausi del pubblico. Il muro di Perugia blocca la maggior parte dei tentativi di attacco ospite e per le umbre è quasi un gioco da ragazzi chiudere anche il secondo set a proprio favore: 25-18 e 2-0.
La terza frazione vede, all’inizio, un Moie più combattivo, che con buone giocate contiene il vantaggio, comunque umbro: 8-6 al 1° T.O.T. Dopo un punto di Sabbatini, che porta Moie a -1, tre errori consecutivi allontanano ancora le ospiti: 11-7.  Mister Cerusico avvicenda Giulia Cecato in cabina di regia con la Silvia Carbonaro e la squadra reagisce compattandosi intorno alla giovane palleggiatrice e facendo sentire il fiato sul collo alle perugine: 16-15. Dall’altra parte del campo Catena è scatenata, scusate il gioco di parole, ancora da zona 4 per il 19-15 interno. In questa fase dell’incontro Moie riesce a controbattere le azioni avversarie, ma mai a minacciare seriamente le umbre perché il trio Catena-Porzio-Minati garantisce un cambio-palla pressoché certo: 23-18. Roani annulla la prima palla match per Perugia, ma è soltanto questione di tempo. Al secondo tentativo le nero-oro chiudono le ostilità: 25-19 e 3 a 0. Sabato prossimo ancora in trasferta, si va a Reggio Emilia per sperare di iniziare a fare punti.

Daniele Guerro