La Farmacia rurale di Monteleone di Fermo grida vendetta

336966_monteleonedifermo_thumb“L’Amministrazione regionale spieghi i ritardi nella pubblicazione di un bando per la sua gestione”.

Il Capogruppo FI, in Consiglio regionale, Jessica Marcozzi, presenta una seconda interrogazione

La farmacia rurale di Monteleone di Fermo da 22 mesi è senza un gestore. E l’amministrazione

regionale ancora non fornisce le risposte che un Comune, un intero territorio e i suoi cittadini

meritano. La farmacia in questione è chiusa dal 31 dicembre del 2014. Da quella data è stato un

continuo rimpallo di responsabilità tra Agenzia regionale e Provincia. A giugno ho presentato una

prima interrogazione che è stata discussa il 2 agosto in Consiglio. In quella sede l’amministrazione

ha condiviso il problema impegnandosi formalmente a risolvere la questione. Ebbene, da quella

data sono passati quasi tre mesi e del bando non si sa ancora nulla. Alla faccia dei cittadini,

soprattutto quelli in età avanzata, che da quasi due anni si ritrovano senza un servizio essenziale.

Non si capisce se l’iter per la pubblicazione del bando di gestione sia insabbiato o meno. Ma più che

le carte parlano i fatti e il calendario. E non si dica che il bando costa. Con 22 mesi di inattività la

Regione ha risparmiato dai 22 ai 27 mila euro di indennità che dava al farmacista per il servizio

svolto. Voglio sapere come mai la situazione ristagna e perché nulla si è mosso dal 2 agosto ad oggi.

Questo ho chiesto con una nuova interrogazione consiliare.

28/10/2016

Il Capogruppo FI

CONSIGLIO REGIONALE DELLE MARCHE

Jessica Marcozzi