Follia suicida sulla Ss 76

WCCOR_0H09JLGA-kaZF-U43140801868363zSC-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443Litiga con la moglie, la fa scendere dall’auto, causa un incidente stradale con un’altra vettura, poi prende a pugni il conducente di un furgone che si era fermato ad aiutarlo, gli ruba il mezzo e muore andandosi a schiantare contro un tir, non si sa ancora se volontariamente o meno. Sono stati momenti di terrore e caos lungo la Ss 76 Ancona-Roma, nel tratto fra Monteroberto e Genga. Protagonista e vittima del doppio incidente un italiano, Moreno Mammoli, 41 anni, di Chiaravalle.

La donna ha riferito ai poliziotti di essere stata costretta a scendere dalla Renault Captur del marito a poche centinaia di metri dalla statale: prima di allontanarsi Mammoli le avrebbe gridato ”mi ammazzo”, poi sarebbe sceso dall’auto tentando di gettarsi sotto i camion in transito, che però sono riusciti a schivarlo. Risalito sulla Renault, l’uomo ha tamponato una Fiat 500 con a bordo due coniugi di Gubbio. Il conducente del furgone sopraggiunto nel frattempo si è fermato per prestare soccorso, ma è stato colpito in testa da Mammoli, che si è impadronito del van e, a quanto pare intenzionalmente, ha investito il guidatore della 500, sceso a controllare lo stato dell’auto, scaraventandolo nella scarpata sottostante. Percorsi non più di 25 chilometri, il quarantunenne ha terminato la sua folle corsa finendo contro un tir che proveniva dalla parte opposta. Il ferito a bordo della 500 è stato trasportato in eliambulanza nell’ospedale di Ancona, la moglie, in condizioni meno preoccupanti, è stata ricoverata a Jesi. La circolazione lungo la Ss 76 è rimasta bloccata per consentire ai mezzi di soccorso di rimuovere tir e auto e di ripulire l’asfalto dal gasolio sversato dall’autoarticolato. Sul posto la polizia stradale, i vigili del fuoco, mezzi dell’Anas.