Start ammanco di 900 mila euro e azione di responsabilità

20141018_startASCOLI – L’assemblea ordinaria dei soci della Start, che si è riunita a palazzo San Filippo, ha deliberato all’unanimità l’esercizio di azione di responsabilità per gravi irregolarità nei confronti dell’intero consiglio di amministrazione revocato il 14 dicembre 2014 e nei confronti del precedente direttore generale in carica.
Il provvedimento scaturisce a seguito della scoperta di un ammanco di 900.000 euro per la mancata riscossione dei biglietti della tratta per Roma e degli abbonamenti. L’assemblea ha poi approvato a maggioranza, con il voto favorevole della Provincia, dei Comuni di San Benedetto, di Acquasanta Terme, di Colli del Tronto, e della società Multiservizi di San Benedetto, di dare mandato all’attuale CdA, qualora emergessero nuovi elementi di condotte o eventi dannosi per la società di trasporto pubblico, di porre in essere eventuali ulteriori azioni di responsabilità nei confronti dei soggetti e organismi precedentemente in carica fino all’8 dicembre 2010. Un provvedimento diretto ad assicurare l’interruzione di eventuali prescrizioni.