Politici e fantasia al potere – dal Principato di Salerno alla Lira

000principatosalernoUn vecchio motto popolare invocava la “fantasia al potere”, mai tanta fantasia è in carico già al potere in

materia di politici! Ricordate Edmondo Cirielli? Uno degli estensori delle tante leggi ad-personam di Silvio

Berlusconi? In questo caso si trattava dei termini di prescrizione che venivano variati per portare vantaggio

ai tanti procedimenti giudiziari che attorniavano l’ex-cavaliere.  Non pago di essere ascritto tra i più fedeli

sostenitori del Caimano, intriso della voglia di passare alla storia, l’ex-Presidente della Provincia di Salerno,

nel frattempo transitato tra i Fratelli d’Italia, si è lanciato in quella che lui stesso ha definito “La battaglia

più importante”! L’ex Tenente Colonnello dell’Arma, “fedele nei secoli”, ora è fedele al suo nuovo credo,

l’Istituzione del Principato di Salerno e della 21. Regione del Bel Paese. Facezie? Tutt’altro, la legge è stata

presentata la prima volta il 29 marzo 2011 e ripresentata nuovamente il 15 marzo 2013. Benchè bocciata

dalla Cassazione e posta la proposta al primo posto nella classifica delle leggi più assurde dall’Istituto Bruno

Leoni, lui non demorde.

Ma il vaso di Pandora delle proposte di legge fantasiose al limite della richiesta di TSO per l’estensore è

vasto quanta la voglia di annuncite del nostro premier. Sono 4.807 i disegni di legge presentati, solo 196

quelli approvati, e spesso perché infilati in mezzo ad altri provvedimenti di legge omnibus. Si vaga tra

richieste di aumentare i posti alberghieri in Piemonte in vista dell’Expo, la manifestazione ha chiuso, la

legge ancora no, alle vocazioni autonomistiche di piccoli comuni, da nord a sud.

Si propongono commissioni di inchiesta come se non ci fosse domani, dall’omicidio di Pasolini al calcio,

proposte per la sicurezza del parto, amnistie fiscali, l’istituzione di una Giornata nazionale in memoria delle

vittime della crisi economica, sistemi antifurto per biciclette. Se la legalizzazione della cannabis provoca

sempre mal di pancia, sappiate che sono una ventina le proposte di legge in materia.

Miss autoreggenti, al secolo la forzista e fedelissima di Silvio, inventrice dei famosi Circoli, Michela Vittoria

Brambilla, propone che anche i conigli vengano innalzati allo status di animali da adozione, d’altronde

sull’argomento animali di DDL in materia lei ne ha presentati la bellezza di 54. Gli animali fanno sempre

tanta tenerezza, il piddiino Michele Anzaldi, probabilmente preoccupato dalla voracità di Equitalia, ha

proposto la impignorabilità degli animali domestici, nel caso passasse Fido non potrà essere messo all’asta.

E per finire una menzione la merita l’istituzione della “Patente europea per pizzaioli” proposta dal forzista

Pietro Iurlaro, un altro forzista, Franco Cardiello, giustamente preoccupato dello stato della scuola nel

nostro paese, chiede che venga introdotta come materia di studio “l’introduzione all’educazione

emozionale” e, last but not least, l’inaffondabile Domenico Scilipoti invoca il ritorno alla tanto bistrattata

liretta con un DDl sul “Ripristino della sovranità monetaria dello Stato Italiano”.

Se vi lamentate che i politici non pensano a noi ed al benessere del nostro paese sbagliate, come vedete

sono in fervente attività, eccome.

MAURIZIO DONINI