HOAX _ ai confini della realtà

hoaxLa mamma degli HOAXERS è sempre incinta.

L’Hoaxer è uno strano, particolare, essere che si è sviluppato nel secolo 2.0, potremmo pensarlo come il

pastore dell’Hoax, sostantivo nel gergo internauta del web usato per definire una burla, talmente assurda

da risultare pressochè inverosimile, scopo dell’hoax è “menare per il naso” i creduloni che danno credito a

tale esagerata burla.

L’Hoaxer non vede l’ora di credere a qualunque cosa possa contribuire a dargli un’aura di persona pronta,

aggiornata ai tempi moderni, attenta a tutto quello che succede, che poi tutto questo porti a fargli fare una

figura “barbina” poco importa, nulla potrà infrangere la sua granitica convinzione di sapere qualcosa più

degli altri. Non tentate mai di suggerire, per quanto educatamente, ad un hoaxer che basta ragionare un

attimo sulla elefantiaca assurdità della notizia riportata per capire quanto sia impossibile, mal ve ne

verrebbe. Nella migliore delle ipotesi verreste ignorati, ma la presunzione e la protervia dell’hoaxer è

implacabile, il minimo che ne trarreste sarebbe di essere etichettati come presuntuosi, saccenti,

superficiali.

Quindi questi adoratori della libera catena di Sant’Antonio sono assolutamente disposti a credere che

Whatsapp, che già è a pagamento, lo diventerà fra una settimana, ovviamente tutto sarà condonato se

manderete lo stesso messaggio ad altri 10 contatti. Altrettanta veridicità viene data al fatto che Facebook

diventerà a pagamento fra una settimana, si sa che più una notizia viene ripetuta, più la stessa acquista

credibilità, anche qui basta incollare il messaggio su altre 10 bacheche per avere l’amato Facebook a

pagamento. Se provate a spiegargli che l’homepage del social la prima frase che propone è che il social è

gratuito e lo sarà per sempre verrete sicuramente dannati e bannati e scomunicati dai pervicaci hoaxers.

Il panorama è variegato, c’è la favola per cui vi hanno messo un video porno sulla vostra pagina, un post

che però, per motivi misteriosi e mai spiegati, sarebbe visibile solo dagli altri e non dal titolare della

stessa….  Qui raggiungiamo l’apice con hoaxeres che si lanciano una sulla bacheca dell’altra per verificare

se, non so se sia timore o speranza, sia presente tale video hard.

Su Hoax.it, butac.it, bufale.net ci sono pagine e pagine di bufale incredibili, ad esempio è diventata storica il

post su Facebook che informava «Ieri il Senato della Repubblica ha approvato con 257 voti a favore e 165

astenuti il disegno di legge del senatore Cirenga che prevede la nascita del fondo per i “parlamentari in crisi”

creato in vista dell’imminente fine legislatura». Il presunto «fondo» avrebbe dovuto prevedere lo

«stanziamento di 134 miliardi di euro da destinarsi a tutti i deputati che non troveranno lavoro nell’anno

successivo alla fine del mandato». Il fatto che non esista un Cirenga, che il numero dei Senatori sia

palesemente assurdo, che la cifra sia talmente colossale da risultare chiaramente impossibile, non ha

scoraggiato il popolo degli hoaxers, in poco tempo 35.000 condivisioni….

MAURIZIO DONINI