L’Ultima bufala di Renzi e Del Rio!

000ddldelrioDopo mesi di attesa per un ddl a firma Del Rio che avrebbe dovuto sancire il “superamento” delle provincie, finalmente arriva, il Senato lo vota con 160 senatori favorevoli ed ora si accinge a tornare alla Camera per la definitiva approvazione. Peccato, che come al solito Matteo/Pinocchio promette una cosa e alla fine il risultato è sempre diverso da come ti era stato prospettato. In questo caso è coinvolto anche il pio Del Rio il quale per mettere a punto il ddl pare abbia fatto le fatidiche fatiche di Sisifo, per arrivare alla fine ad un risultato “vergognoso” e nella tradizione delle riforme, non riforme, del PCI, Pds, DS, Pd. Volevano abolire le provincie, eliminare 3.000 indennità, hanno fatto esattamente il contrario. Intanto le provincie cambiano soltanto nome e nessun risparmio certo è previsto, lo affermano con dati di fatto i tecnici del servizio bilancio di palazzo Madama. Inoltre vengono parallelamente create le città metropolitane con un evidente aggravio di costi, dovuto in particolar modo alla estrema confusione sulle competenze e alla sovrapposizione evidente tra le une e le altre. Al momento le 110 provincie italiane hanno un costo di rappresentanza pari a 114 milioni di euro, mentre per il loro funzionamento lo Stato spende una cifra intorno a 2,33 miliardi. Renzi non solo non abolito le provincie, dal momento che ha necessità di un manipolo di galoppini elettorali sul territorio, ma è assolutamente incapace di qualsiasi operazione di semplificazione e di snellimento dell’apparato burocratico dello Stato, quell’apparato che garantisce la sopravvivenza del Pd, in uno scambio incestuoso di privilegi, carriere e prebende.

r.an