VILLA DEI PINI, SIGLATA L’INTESA CON L’ASSOCIAZIONE ITALIA-CINA

000villapini0Civitanova Marche – Villa dei Pini, casa di cura del Gruppo Santo Stefano – Kos, ha siglato oggi

un accordo di collaborazione con l’Associazione Italia-Cina Cultura e Impresa per l’erogazione di

servizi e prestazioni sanitarie. In occasione della stipula dell’intesa, una delegazione cinese

guidata dal console generale cinese a Firenze (con competenza sul Centro Italia) Wang Fuguo

ha visitato la struttura, accompagnato dai rappresentanti dell’Associazione Italia-Cina: il

presidente Sun Guang e il vice presidente Domenico Formica. Al taglio del nastro, a

simboleggiare il via ufficiale della collaborazione, è intervenuto anche il sindaco di Civitanova

Tommaso Claudio Corvatta: “Mi congratulo con la casa di cura e con tutto il Gruppo Kos per il

dinamismo che dimostrano – ha detto il sindaco – Villa dei Pini è un’istituzione per Civitanova,

era l’ospedale della città prima che arrivasse l’ospedale civile, e dimostra di evolvere non solo

nelle tecniche avanzate ma anche dal punto di vista di incontro delle culture. Questo accordo è

un riconoscimento reciproco: dell’importanza della comunità cinese per Civitanova e di Villa dei

Pini e delle altre strutture per la comunità cinese.”

Nel corso della visita sono stati sottolineati gli intensi legami con la folta comunità cinese: “Ci

lega un rapporto storico che ha radici lontane e che vede la grande figura di Padre Matteo Ricci

– ha detto il direttore sanitario della clinica, Mauro Perugini –; questa collaborazione nasce

proprio dalla conoscenza e dall’amicizia con la comunità cinese”. Perugini ha guidato la

delegazione in una visita alla struttura, illustrando l’organizzazione della clinica e le avanzate

tecniche diagnostiche e terapeutiche che la contraddistinguono.

Il console Wang Fuguo si è detto onorato della presenza, sottolineando come la comunità

cinese, insediata sul territorio tra 20 e 30 anni fa, sia cresciuta e abbia dato il suo contributo alla

società con grande impegno e grazie all’appoggio delle istituzioni. Il console ha espresso

apprezzamento per la struttura, descrivendo l’accordo siglato come “un ulteriore esempio di

collaborazione tra comunità cinese e popolazione locale”.

Grazie all’intesa, la comunità cinese potrà accedere alle prestazioni a condizioni particolari e in

regime di solvenza (quindi senza costi per il sistema sanitario nazionale), nello specifico per

quanto riguarda i servizi diagnostici, ortopedici, riabilitativi ed odontoiatrici-ortodontici, con tempi

di attesa minimi e referti immediati. A svolgere il ruolo di tramite l’Associazione Italia-Cina, che

opera a Civitanova da quasi un decennio per supportare la comunità locale e favorire il processo

di integrazione e le relazioni sia economiche che culturali. Sono circa 5mila i cinesi nel

comprensorio e 20mila nelle Marche secondo quanto riportato dal vice presidente Formica, che

ha sottolineato il grande lavoro svolto negli anni per l’integrazione dal presidente

dell’Associazione, Sun Guang, che ricopre anche il ruolo di presidente degli imprenditori cinesi

delle Marche. “Quella locale è la comunità cinese più grande della regione – ha detto Guang –

siamo molto legati a Civitanova, qui ci sentiamo come in una grande famiglia”.

Moretti Comunicazione

Isabella Tombolini