Festival Internazionale della Chitarra “J. Rodrigo”: serata finale

000biogGran finale per il Festival Internazionale della Chitarra “J. Rodrigo”, che si prepara a regalarci una

serata di musica indimenticabile a chiusura di questa decima edizione. Sette date per sette giorni,

ogni sera in una città diversa, con un obiettivo: quello di valorizzare l’arte della chitarra classica e,

in generale, della musica. Artisti da tutto il mondo hanno animato questa edizione: Italia,

Germania, Venezuela, Cile, Cuba, Perù e Bolivia hanno fatto la loro comparsa sui palchi del festival,

portando ciascuno un po’ del proprio Paese e della propria cultura. Un’edizione, quella di

quest’anno, che ha mostrato un volto internazionale; anche grazie alla prima edizione del

concorso “Varie Azioni sul Tema”, che ha visto la partecipazione di virtuosi della chitarra italiani e

stranieri, e alle Masterclass che si sono svolte parallelamente al festival, organizzato secondo la

formula del gemellaggio.

In questo senso la serata finale sarà la perfetta espressione e sintesi del festival: l’ospite d’onore

sarà infatti James Grace, un grande artista sudafricano.

Vincitore del KANNA Award come miglior artista del Sudafrica, il virtuoso della chitarra è un

concertista di fama mondiale. Negli ultimi anni ha suonato con la Cape Philharmonic, la Kwa-Zulu

Natal Philharmonic, la Johannesburg Philharmonic e la Free State Symphony, eseguendo concerti

di Joaquín Rodrigo, Heitor Villa-Lobos, Mauro Giuliani e Antonio Vivaldi. James Grace ha

recentemente inciso il suo quinto album da solista, “World Café”, con la sua etichetta discografica

Stringwise Records. I due album precedenti, “Sevilla – Music of Spain II” e “Café Latino”, sono

entrambi saliti in cima alla classifica “Classic Fm Top 20 South African” e hanno ottenuto le

nomination “James SAMA”, rispettivamente nelle categorie “Best Popular Classical Album” e “Best

Instrumental Album”.

Stasera farà la sua comparsa sul palco del festival, dopo aver partecipato da spettatore alle serate

che si sono tenute finora. Presenterà un programma dedicato a  Joaquín Rodrigo (l’artista che dà il

nome al festival e all’associazione che lo organizza) e alla musica spagnola, con brani di Rodrigo,

Agustín Barrios, Isaac Albéniz, Fernando Sor e Leo Brouwer.

La serata è ambientata a Monte Urano nella Chiesa di San Rocco, un edificio del XVI secolo: una

cornice di sicuro fascino per quella che, certamente, sarà una gran conclusione per questa decima

edizione del festival. Il concerto inizierà alle 21:30 e, come tutti gli altri, sarà a ingresso gratuito.

Ulteriori informazioni sono reperibili all’indirizzo www.internationalguitarfestival.eu e sulla pagina

facebook del Festival Internazionale della Chitarra “J. Rodrigo”.