Mezzanotte precisa sui risarcimenti: ” I conti non tornano”

ooomezzanotteSANT’ELPIDIO A MARE – Da quando ha dismesso la fascia tricolore, a maggio del 2012, ha scelto il silenzio. Ma il dramma dell’alluvione di 4 anni fa Alessandro Mezzanotte l’ha vissuto in prima linea e leggendo la graduatoria di risarcimenti stilata dalla Regione Marche è sbottato. Parla di criteri inadeguati, della disattenzione della politica. “I conti non tornano e qualcuno ha sbagliato – scrive l’ex sindaco di Sant’Elpidio a Mare -. I criteri di assegnazione dei fondi non sono corretti, non sono equi, non sono proporzionati rispetto ai danni subiti. Fa bene l’attuale sindaco ad approfondire e chiedere quanto prima chiarimenti in regione, in particolare al Governatore, ai rappresentanti politici e specialmente quelli che rappresentano il nostro territorio”.

Mezzanotte ricorda come il Comune all’epoca “si attivò per andare incontro a cittadini e imprese. Chiedemmo il riconoscimento dello stato di calamità a Regione e Stato, organizzammo assemblee pubbliche informando i cittadini di come il Comune si stavamo muovendo, ed in modo particolare affinché coloro che avevano subito danni potessero avere un giusto ed equo ristoro economico”. Un periodo fatto di ripetuti solleciti, di dipendenti messi a disposizione, ricorda l’ex primo cittadino, “per un censimento nominativo, una raccolta di informazioni e istanze ed una quantificazione. In una seconda fase collaborammo nella compilazione di schede da inviare alla Regione per individuare i soggetti colpiti, certificando il danno da ciascuno subito”.