Civitanovese prepara la gara con il San Nicolò

001tifosicivCIVITANOVA MARCHE – «Speriamo di ricominciare da dove abbiamo

lasciato e di riprendere subito la nostra rincorsa, confermandoci

positivamente anche all’esordio sul fondo sintetico, aiutati dal supporto dei

nostri tifosi, che troppo spesso quest’anno sono stati costretti a non poterci

seguire, mentre sono sicuro che domani ci faranno sentire tutto il loro calore

– esordisce mister Mecomonaco nella prima conferenza stampa dell’anno,

che precede l’ultimo impegno del girone ascendente con il San Nicolò – la

sosta per le festività crea inevitabilmente qualche dubbio, ma la Civitanovese

si è sempre allenata alla grande, dunque credo e spero che la nostra

concentrazione sia rimasta alta per continuare a inseguire il nostro obiettivo,

che sarebbe la vetta».

La squadra abruzzese genera non poche preoccupazioni al tecnico di origini

teatine, visto e considerato anche che, secondo il suo parere, ha raccolto

in termini di punti molto meno di quanto abbia dimostrato sul campo e

che è uscita rafforzata dalla sessione di mercato invernale che ha portato

ad innestare in un organico già di per sé competitivo ulteriori elementi di

indubbia qualità: prova provata ne sarebbe anche il fatto che un po’ tutte le

“grandi” del girone hanno sofferto nell’affrontare il San Nicolò e che dunque

servirà il massimo impegno per portare a casa i tre punti.

La Civitanovese, chiamata domani ad un turno poco favorevole sulla carta,

scenderà in campo con un undici giocoforza inedito al “Bonolis”, poiché priva

di due pedine fondamentali, quali Degano e Margarita: squalificato il primo,

infortunato il secondo, seguiranno entrambi comunque la squadra in trasferta

ed è questo l’ennesimo segnale dell’ottimo gruppo e della mentalità vincente

che si sono create.

«Con ogni probabilità ci sarà qualche “esordio” da parte dei nuovi arrivati, ma

abbiamo ben lavorato perché non ci sia nessuno snaturamento nel modulo

in cui crediamo e che portiamo avanti dall’inizio del campionato, che tra

l’altro è anche lo stesso con il quale sono soliti schierarsi i nostri avversari

– ha proseguito Mecomonaco – per il resto, sono solito ripetere che ciò che

si ipotizza sulla carta lascia sempre il tempo che trova, visto che ogni gara

va giocata e che è nostra abitudine ragionare partita dopo partita. Abbiamo

una rosa capace di far risultato su ogni campo, che oltretutto ha utilizzato il

mercato (che non può ancora dirsi pienamente compiuto) proprio per andare

a riportare numericamente e come tipologia di giocatori il suo organico in

equilibrio e per rinforzare ulteriormente un gruppo che in questa prima parte

si è comportato egregiamente».

«Staremo a vedere: considero quella di domani e quella di domenica

prossima partite determinanti per il risultato finale – ha concluso l’allenatore

– si sa che i campionati si decidono proprio nel periodo che va da gennaio

a febbraio e la Civitanovese ha proprio in questo periodo una sequenza di

gare che possono testarne la pasta e dimostrarne il reale valore. Ritengo che

il girone di ritorno sarà ancora più tosto di quello di andata che si conclude

domani, e che molte squadre hanno cambiato volto rinforzandosi: senza

esaltarci né disperarci per i risultati che potranno venire, assicuriamo fin da

ora che si cercherà di dar battaglia per portare a casa lo scettro di vincitori da

adesso fino alla fine».

Elenco convocati: Agresta, Amodeo, Aquino, Bensaja, Biagini, Carlini, Cossu,

Bigoni, Degano, Ficola, Di Pentima, Forgione, Magini, Margarita, Massaccesi,

Mioni, Morbiducci, Pigini, Pintori, Ruzzier, Shiba, Silvestri.