Civitanovese, ufficiali Magini e Carlini

00carlini00maginiCIVITANOVA MARCHE – La Civitanovese 1919 comunica che nel tardo

pomeriggio di oggi è stato raggiunto l’accordo con due di ottima caratura.

Si tratta di Andrea Magini ed Andrea Carlini, classe 1995 il primo, 1996 il

secondo, i quali vanno a rinfoltire il reparto dei cosiddetti “under” rossoblù,

falcidiato dagli infortuni di Colella, Vignieri e Tofani e dalle partenze di

Giovino e Terlino.

Andrea Magini è un centrocampista che predilige il ruolo di mezzala: scuola

Ancona e proveniente dalla Biagio Nazzaro, dove aveva già totalizzato nove

presenze, si caratterizza per una buona visione di gioco e per una discreta

bravura nel gioco palla a terra.

Più offensivo Andrea Carlini, che nella prima parte di questo campionato, con

la casacca del Chieti aveva già raggiunto il ragguardevole score personale di

2 reti in appena cinque gare.

Nonostante la giovane età, due ragazzi dalle indubbie qualità tecniche ed

umane, estremamente orgogliosi di essere arrivati a vestire una maglia tanto

gloriosa, che sperano entrambi di onorare.

Chi già da domenica scorsa, invece, ha iniziato a dare lustro alla sua città

natale è Marco Bigoni: molto positivo il suo esordio di domenica scorsa a

Fermo dove prima sulla fascia destra e poi al centro del campo, ha dato

qualità e quantità alla prestazione dei ragazzi di Mister Mecomonaco,

vittoriosi in un derby molto sentito.

La concentrazione di tutta la squadra è però già del tutto orientata verso

l’ultimo impegno dell’anno, quel Campobasso che domenica al Polisportivo

tenterà di vendere cara la pelle: una squadra blasonata ed esperta, che

ogni anno viene costruita per ben figurare e che in questo campionato ha un

ottimo ruolino di marcia in trasferta.

L’inserimento di Bigoni è stato ottimo, dato che la conoscenza con il gruppo

era già stata effettuata durante il ritiro: Bigoni aveva però ceduto in estate alle

lusinghe della Lega Pro.

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano, ed infatti

ecco che a dicembre finalmente Bigoni è diventato rossoblù: portare in alto i

colori della propria città è la soddisfazione massima per ogni giocatore.

Continua dunque la campagna acquisti della Civitanovese, che, messa

nel mirino la prima piazza, ed archiviato definitivamente lo “spauracchio

smobilitazione” da tanti temuto o sperato, punta sicuramente ad un

rafforzamento globale della rosa e dove possibile ad un miglioramento: le

frecce deposte nella faretra di mister Mecomonaco sono tutte affilate e ben

appuntite, e non è detto che non ci sia spazio per altre ancora. C’è voglia di

“caccia grossa” al vertice, in quel di Civitanova.