Fermo il chirimento tra Sindaco e Pd ad ore

0012fermoIl Sindaco di Fermo, professoressa Brambatti, dovrebbe provare ad autoesaminarsi ed assegnarsi un voto. L’esperienza in proposito non le manca, dopo anni di insegnamento sa cosa rappresenta un buon profitto e cosa un giudizio negativo. Nei giorni scorsi, dopo le ultime turbolenze in maggioranza, il Sindaco ha rilasciato una intervista con toni a dir poco enfatici e autoassolutori, dicendosi pronta ad affrontare di petto alcuni, “solo alcuni nodi” che affliggono la città, i lotti di Casabianca, Via Respighi e poco altro. Caro Sindaco ci sembra veramente poco, è poco in particolare il comune sentire di questa maggioranza, è poco o inesistente un cronoprogramma su ruolo delle frazioni e ricucitura con il centro storico, dismissioni del patrimonio pubblico, razionalizzazione della macchina comunale, dismissioni delle società municipali, rilancio del centro storico, infrastrutture, per citare solo alcuni dei problemi che affliggono la città. Il Sindaco si autoassolve, il suo partito mostra segnali contrastanti e posizioni con qualche distinguo significativo. In queste ore potrebbe esserci un chiarimento definitivo o la presa d’atto della fine di una esperienza da “meterora” come il Sindaco stesso si è definito. La speranza che la meteora non faccia troppi danni e si renda ben conto che amministrare una città, complessa e problematica come Fermo non è come gestire una classe, il Consiglio Comunale è un’aula, ma non di scuola.

ARES