Candelara, si conclude un week-end di fuoco

010candelaraPESARO – A Candelara, dopo l’invasione del week end (5mila visitatori sabato e 9mila domenica), giornata

relativamente tranquilla in occasione della festività dell’Immacolata. Oggi, nel borgo diventato famoso

in tutta Italia per la magia delle candele, sono attese altre 5-6 mila presenze da ogni parte d’Italia.

L’incredibile ondata di camper e pullman registrato tra sabato e domenica (circa 100 pullman e 800

camper), che ha letteralmente invaso non solo Candelara ma anche Pesaro, è passata, ed oggi la Festa delle

candele ritorna alla sua dimensione più autentica e fruibile. I tanti disagi registrati nella giornata di ieri,

acuiti dalle abbondanti precipitazioni, hanno mandato in tilt la circolazione viaria.

“Abbiamo registrato numerose criticità non imputabili all’organizzazione della festa ma principalmente

alla viabilità – dice Piergiorgio Pietrelli, direttore artistico della festa – e soprattutto all’irresponsabilità

di qualche agenzia che, nonostante le prenotazioni esaurite da tempo per la giornata di ieri e le nostre

ripetute raccomandazioni – ha voluto inviare lo stesso pullman carichi di turisti. A questo si è aggiunta

la sfortuna per due pullman in panne (uno che si è messo di traverso lungo la strada ed un altro che ha

avuto un piccolo incidente con un’auto), che hanno creato un vero e proprio tappo lungo le via principale

di accesso al paese, provocando disagi facilmente immaginabili e code chilometriche. Altro problema che

abbiamo registrato è anche al semaforo di Santa Veneranda, che in queste occasioni andrebbe spento per

lasciare il tutto ad una regolamentazione manuale attraverso dei vigili. Questo avrebbe evitato le code

chilometriche all’arco del paese e le proteste di centinaia di persone. Un peccato perché il nostro impegno

affinché tutto fili liscio è massimo. Chiediamo scusa ai tanti visitatori che hanno avuto disagi, purtroppo non

dovuti all’organizzazione della festa ma soprattutto a problemi di viabilità”.

In ogni caso oggi la festa continua con tutte le attrazioni, le animazioni ed in piatti dell’enogastronomia

e continuerà anche nel prossimo week-end; il terzo e ultimo della festa. Oggi intanto i due spegnimenti

programmati della luce elettrica (alle 17.30 e alle 18.30), con il borgo rischiarato da centinaia di fiammelle

accese e, a seguire i giochi pirici ed il lancio di palloncini luminosi. Due momenti davvero magici che

caratterizzano da sempre la festa.

Sempre oggi previste le animazioni degli zampognari di Re magio Baldassarre e il magico Olifante. E poi i

Giullari del diavolo ed il trio Uzzazà. Nel pomeriggio l’arte della sabbia e musica irlandese con Flynn Irish

duo e Massimo Ottoni.