Macerata, autotrasporto: in 7 anni perse 254 imprese conto terzi

00cnaautotrasporto“Il futuro dell’autotrasporto tra legalità, concorrenza e sicurezza” è il tema dell’incontro che si

terrà sabato 6 dicembre, alle ore 9, all’Hotel Cosmopolitan di Civitanova Marche, organizzato

con il sostegno della Camera di Commercio di Macerata.

Parteciperanno Cinzia Franchini, Presidente Nazionale CNA/FITA; l’on. Ivan Catalano, Vice

Presidente della Commissione Trasporti della Camera; l’on. Emanuele Lodolini Componente

Commissione Finanze della Camera; Ivano Garbuglia, Presidente Provinciale CNA/FITA.

A coordinare i lavori sarà Francesco Lidonni, Direttore del Corriere Trasporti.

Riguardo il settore dei trasporti, nella Maceratese, negli ultimi 7 anni hanno chiuso i battenti

254 imprese conto terzi, che davano lavoro diretto a più di 750 addetti senza tener conto

dell’indotto.

A pesare sul settore oltre alla tassazione elevata, la concorrenza fatta dai vettori stranieri

tramite il cabotaggio, non applicando correttamente il distacco internazionale dei dipendenti

esteri.

Per le imprese di trasporto del territorio il periodo che va dal 2007 al primo semestre 2010 ha

rappresentato un andamento di grossa difficoltà del settore che ha subito il momento di crisi

generale dell’economia italiana.

La stagnazione del fatturato delle imprese di trasporto rispecchia la lentezza della ripresa in atto e

il comparto rappresenta un termometro dell’economia: se non si trasporta non si vende, se non si

vende non si produce, se non si produce si licenzia.

Ecco allora come il settore riveste un ruolo cruciale non solo per l’economia e il sistema produttivo,

ma anche per la qualità della vita dei nostri sistemi urbani, siano essi grandi o piccoli, centrali o

periferici.

Nell’incontro di sabato verrà presentata anche la posizione della CNA/FITA riguardo le accise, la

riforma dei costi minimi, i pedaggi autostradali, la sburocratizzazione, i fondi per la categoria.