PASOLINI E QUELLA NECESSITÀ DI ACCENDERE UN RIFLESSO CRITICO SUL PRESENTE

00giorgiopeppinoL’XI edizione del Premio nazionale “Paolo Volponi – Letteratura ed impegno civile” è dedicata

prevalentemente a Pier Paolo Pasolini, per gli incroci tra l’anniversario della sua morte (1975-2015) e

quello della scomparsa di Volponi (1994-2014). Due intellettuali straordinari, che molto hanno da dire sul

piano dell’interpretazione critica della società italiana contemporanea, dei processi di omologazione e

anche del silenzio degli intellettuali stessi rispetto alle trasformazioni in atto.

Per questa ragione il reading “Il pensiero corsaro”, in programma domenica 23 novembre alle ore 17.30

al Teatro comunale di Porto San Giorgio, utilizza soprattutto testi tratti dalle “Lettere luterane” e dagli

“Scritti corsari” che colgono, dipingono e – profeticamente – anticipano gli effetti del neocapitalismo

tecnologico.

Al centro della scena Peppino Mazzotta, attore noto al grande pubblico per aver interpretato l’ispettore

Fazio ne “Il Commissario Montalbano”, al fianco di Luca Zingaretti. L’introduzione critica alle letture è

curata da Massimo Raffaeli.

“L’obiettivo – rimarcano Peppino Buondonno e Angelo Ferracuti, organizzatori del Premio – è quello

di leggere Pasolini ed in qualche modo concepire i suoi testi come una scossa all’appiattimento

dell’abitudine. Un Pasolini da leggere soprattutto ai giovani, con la convinzione che la forza corporale dei

suoi scritti possa accendere un riflesso critico sul presente”.

L’appuntamento di Porto San Giorgio, ad ingresso gratuito, è realizzato in collaborazione con Rai Radio3.

Proseguono, nel territorio, due interessanti mostre legate al Premio “Paolo Volponi”:

– “Italia profonda” con fotografie di Ennio Brilli, fino al 30 novembre ad Altidona nella Galleria “Sotto

l’Arco” (apertura: tutti giorni ore 17-20);

– “Tramutati territori” con fotografie di Claudio Marcozzi ed opere di Ciro Stajano, fino al 12 gennaio

2015 a Monte Vidon Corrado nel Centro Studi Osvaldo Licini (apertura: sabato e domenica ore 16-18.30).

INFO:

tel. 329.9745968