Incendio doloso di un’auto di un imprenditore

00autoinfammeCIVITANOVA Cresce l’allarme criminalità a Civitanova, dove è andata a fuoco l’ennesima auto nel giro di pochi mesi. L’incendio, che si è sviluppato nella tarda serata di martedì, è sicuramente doloso, determinante in questa ipotesi il ritrovamento del vetro posteriore sfondato da un oggetto, e ha riguardato la Saab di un imprenditore.

Tutto è successo poco dopo le undici: alcuni ignoti hanno sfondato il lunotto posteriore della Saab parcheggiata in via Molise 8 e hanno buttato dentro la macchina qualcosa per darle fuoco. Poco dopo si sono levate alte le fiamme che non hanno bruciato completamente la vettura, ma che l’hanno parzialmente carbonizzata, con danni stimati intorno ai diecimila euro.

Sul posto, alle 23.40, sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno impiegato circa due ore per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza l’area. L’auto appartiene a Tamarro Arciprete, che dopo l’incidente si è ritrovato con una macchina praticamente da buttare.