“Meet in Villa”, il libro di Mancuso e il jazz di Urbani con un trio inedito

00triopsgL’“amore chimico” di Mancuso, il jazz di Urbani. L’ultimo appuntamento estivo

di “Meet in Villa” si preannuncia ricco di interesse. E’ inserito nel programma di

eventi definito dall’Assessorato comunale al Turismo “Meet in villa”, riflessioni

e musica nelle ville storiche sangiorgesi. Si svolgerà sabato 30 agosto alle ore

21,15 nella Villa delle Rose (Canossiane), Mancuso presenta“Io Amo – piccola

filosofia dell’amore” (editore Garzanti), nelle librerie da metà settembre. Nel

volume si focalizza “l’attenzione sulla dimensione scientifica e filosofica del

fenomeno. Affronto la questione dell’amore chimico, occupandomi di ormoni e altro,

come viverlo e quale è il suo messaggio”, spiega l’autore. Mancuso è un teologo

italiano. E’ stato docente di Teologia moderna e contemporanea nella Facoltà di

Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano dal 2004 al 2011. I suoi scritti hanno

suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare “L’anima e il suo

destino” (Raffaello Cortina, 2007), “Io e Dio, una guida dei perplessi” (Garzanti,

2011), “Il principio passione, la forza che ci spinge ad amare” (Garzanti 2013), tre

bestseller da oltre centomila copie con traduzioni in altre lingue e una poderosa

rassegna stampa, radiofonica e televisiva. Da marzo 2013 è docente di “Storia delle

dottrine teologiche” all’Università degli Studi di Padova.

Seguirà il jazz di Maurizio Urbani con il “The Jam Trio”. L’incontro tra questi

musicisti è avvenuto a Camerino durante l’edizione 2014 del Premio internazionale

“Massimo Urbani”. In quell’occasione il Jam Trio si è esibito con il sassofonista

Maurizio Urbani (fratello di Massimo) durante la tre giorni del concorso. La band:

Emanuele Evangelista (pianoforte), Lorenzo Scipioni (contrabbasso), Michele

Sperandio (batteria) e Maurizio Urbani (sax).

Urbani, alcuni anni fa, ha interpretato la parte del fratello Massimo nel film “Piano

Solo” di Riccardo Milani, pellicola cinematografica dedicata alla figura del pianista

Luca Flores, interpretato da Kim Rossi Stuart. Negli anni recenti ha svolto un’intensa

attività concertistica in locali specializzati e festival a fianco di musicisti quali Pietro

Iodice, Pietro Ciancaglini, Claudio Corvini, Pietro Lussu, Lorenzo Tucci, Carlo Atti,

Joseph Lepore e Andrea Beneventano.