Caro Mutuo e la ripresa non decolla

caromutuoIn Italia comprare casa con il mutuo costa più che nel resto d’Europa: a maggio 2014 il tasso medio d’interesse sui prestiti per acquisto di abitazioni si attesta al 3,07%, 36 punti base in più rispetto al 2,71% dell’Eurozona.

Le più penalizzate le famiglie sarde: nell’isola il tasso medio di interesse arriva al 4,12% (a dicembre 2013). Lo afferma la Confartigianato rilevando che sul mercato immobiliare pesa il fisco: in 2 anni le tasse sono aumentate del 107,2%.

A pesare sulla crisi del mercato immobiliare – dice il rapporto di Confartigianato – vi è anche la tassazione che tra il 2011 e il 2013, nel passaggio da Ici a Imu, è aumentata del 107,2%. E con l’introduzione della Tasi, (nuova tassa sui servizi indivisibili) le cose potrebbero peggiorare.

Qualche spiraglio di luce si intravede nel trend delle compravendite immobiliari che nel primo trimestre 2014, per la prima volta dopo 8 trimestri consecutivi di calo, sono cresciute dell’1,6% rispetto a
marzo 2013. Inoltre, nello stesso periodo, il prezzo delle abitazioni è diminuito del 5,3%.

Segnali di difficoltà giungono invece dalla diminuzione dello stock di mutui per l’acquisto di abitazioni concessi alle famiglie: a maggio 2014 l’ammontare complessivo è pari a 360,1 miliardi, in flessione dell’1,1% rispetto al 2013.