cp538Lieto fine per i sette diportisti soccorsi nella giornata odierna dalla Guardia

Costiera di Porto San Giorgio sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di

San Benedetto del Tronto.

Poco prima della 13 una unità a vela, con a bordo tre persone, che navigava

a circa 1 miglio dalla costa al largo del porto di Porto San Giorgio ha disalberato

l’albero maestro rimanendo in balìa delle onde. Il conducente dell’unità ha

allertato i soccorsi per mezzo del numero blu di emergenza in mare 1530 e

la Motovedetta CP 538 della Guardia Costiera sangiorgese è prontamente

intervenuta prestando assistenza ai diportisti fino al loro rientro in porto.

L’albero maestro della predetta unità, caduto in mare, è stato

successivamente localizzato ed opportunamente segnalato. Ai fini della

sicurezza della navigazione, a cura della Guardia Costiera di Porto San Giorgio,

è stato emanato un avviso urgente ai naviganti per rendere noto il pericolo alla

navigazione per chiunque transiti nella zona interessata.

Sempre nel corso della giornata odierna quattro diportisti a bordo di una

unità a vela, a causa di una avaria al motore, hanno perso il controllo dell’unità

mentre il forte vento di scirocco li spingeva verso gli scogli del porto di Porto San

Giorgio. Il conducente dell’unità, resosi conto della situazione di pericolo, ha

attirato l’attenzione della Motovedetta CP 538, in zona per attività di sorveglianza

alla sicurezza della navigazione e della balneazione. Gli uomini della Guardia

Costiera sono immediatamente intervenuti ed hanno abbordato l’unità alla deriva

allontanandola dalla scogliera e dalla zona di basso fondale scongiurando il

peggio.

Successivamente l’unità è stata portata all’ormeggio in sicurezza su una

banchina della darsena turistica.

Ai sette diportisti soccorsi a Porto San Giorgio, si aggiungono le diverse

azioni di soccorso che giornalmente la Guardia Costiera effettua sugli 8.000km

di coste Italiane e nei 500.000 km2 di mare che le circondano, garantendo la

salvaguardia della vita umana in mare a favore di tutta la collettività.

Si ricorda che per ogni emergenza in mare è attivo il numero BLU 1530,

attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, tramite il quale gli uomini della Capitaneria di

porto Guardia Costiera possono intervenire direttamente e tempestivamente.