4 Agosto 1994 moriva G. Spadolini

spadoliniVent’anni fa moriva a Roma Giovanni Spadolini. Giornalista, storico, scrittore, politico a lungo ha militato nelle file del Partito Repubblicano divenendone il leader e ricoprendo incarichi prestigiosi. Giovanni Spadolini è stato il primo Ministro dei Beni Culturali nel nostro Paese, a lungo Ministro della Difesa, ma soprattutto il primo Presidente del Consiglio non democristiano nel 1981 dopo le dimissioni di Forlani a seguito dell’esplodere della vicenda P2. Grandissimo studioso del periodo liberale, grande liberale lui stesso portò il Partito repubblicano ai massimi storici di consensi, coinvolgendo un elettorato popolare, attratto dalla semplicità del linguaggio, mista a ricette riformiste condivise e non più rinviabili. Fu protagonista di una lotta strenua alla malavita e alla mafia, contraddista tra l’altro dall’invio in Sicilia del generale Dalla Chiesa. Nella X e XI legislatura Spadolini fu eletto Presidente del Senato, scranno dal quale si contraddistinse per la sua costante iniziativa in difesa della democrazia e delle riforme, più urgenti e necessarie per il Paese. Morì dopo indicibili sofferenze il 4 Agosto 1994 senza aver potuto vedere realizzata l’Italia liberale per la quale tanto aveva lottato e speso tutto se stesso.