Comitato per il referendum “ STOP AUSTERITA’

austeritàIl 17 luglio si è costituito in Ancona, anche come riferimento di tutto l’ambito

provinciale, il Comitato che organizza la raccolta delle firme ” Vota sì ai 4

referendum STOP AUSTERITA’ ”, per chiedere la modifica di alcuni articoli

della Legge 243/2012 che ha recepito il Patto Fiscale (Fiscal Compact),

ossia quelle regole che vincolando i paesi dell’Unione Europea al pareggio di

bilancio e al rientro forzoso dal debito.

Infatti, l’Italia e l’Europa, continuano, ad essere vittime delle politiche

di austerità, fatte da tagli indiscriminati allo stato sociale, di assenza di

investimenti per il futuro delle imprese e dei giovani, di aumenti insostenibili

della pressione fiscale.

Con la raccolta referendaria si intende lanciare un segnale forte al

Parlamento, per chiedere di fermare le politiche di rigore che, anziché

risanare il debito, stanno aggravando il quadro recessivo, la disoccupazione

e le povertà, mentre servirebbe una politica economica espansiva, finalizzata

a rilanciare lo sviluppo, i consumi e il lavoro.

Il Comitato organizzatore presenterà, nella conferenza stampa convocata

per lunedì 28, alle ore 11, nella sala ANPI (g.c.) in via Palestro 9, i promotori,

le ragioni, i contenuti e le iniziative a sostegno dei 4 Referendum, la cui

raccolta firme è stata già avviata anche nelle sedi delle segreterie comunali.

In Ancona, il 28-29-30 luglio a piazza Roma, la raccolta delle firme per i primi

tre giorni di “4 STOP AUSTERITA’ DAY “.

Il Comitato Organizzatore