Serra San Quirico, si inaugura domani il Festival T.E.S.P.I.

tespiUn polo di teatro educazione a livello nazionale a Serra San Quirico, da mercoledì 16 luglio a domenica 20 luglio, nel magico scenario di una tra le più belle città di pietra dell’Appennino marchigiano. Incontri, laboratori, eventi, aperitivi, spettacoli, e giornate di alta formazione saranno le proposte della sesta edizione di T.E.S.P.I. festival multidisciplinare di Teatro Educazione, Scena e Pedagogia in Italia e della quindicesima edizione di S.E.T.E. Scuola Estiva di Teatro Educazione.

T.E.S.P.I., il festival estivo di teatro educazione, scuola e pedagogia, è un appuntamento d’obbligo per quanti credono nel teatro come strumento di formazione della persona e dell’impegno civile e non solo come spettacolo, con spettacoli ed eventi ad ingresso gratuito sui temi della creatività nelle condizioni di disagio, delle esperienze di teatro di comunità e di teatro sociale. L’iniziativa – realizzata dalla Comunità Montana Esino-Frasassi con il Comune di Serra San Quirico, l’ATG Associazione Teatro Giovani/Scuola Estiva di Teatro Educazione (S.E.T.E.), l’AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali con il sostegno del MiBACT e della Regione Marche, prende il via mercoledì 16 luglio, con l’ingresso a Serra San Quirico di Marco Cavallo. Si tratta della grande macchina teatrale in legno e cartapesta, alta più di 4 metri e a forma di cavallo azzurro, che  il 25 febbraio 1973, guidò il corteo degli internati fuori delle mura dell’Ospedale psichiatrico di San Giovanni a Trieste in una delle prime battaglie dello psichiatra Franco Basaglia per la chiusura dei manicomi. Il cavallo ricorderà al pubblico che anche chi è diverso ha diritto di cittadinanza, con un allegro corteo dei bambini del paese che saranno chiamati a giocare nei laboratori creativi curati dalla Rete del Sollievo di Jesi. Sarà ancora la Rete del Sollievo protagonista, con l’Associazione Teatro Giovani, della prima giornata del Festival: Non chiedeteci il titolo… dateci tempo (all’Arena del Teatro alle 21,00) racconta in forma di spettacolo il percorso attraverso il tempo di ognuno alla ricerca di un tempo di tutti.

Giovedì 17 luglio è per il lavoro dei GAL (gruppi di azione locale) dell’Ogliastra, in Sardegna, e dei Colli Esini/San Vicino(alla Terrazza Menarini alle 19.30): presentazione del progetto di cooperazione Natura Teatrale Leader con immancabile aperitivo con i prodotti tipici dei due territori. Alle 20,30 Di vento in vento, rappresentazione conclusiva del laboratorio con la compagnia marchigiana 7-8 Chili.

Il tema del lavoro è al centro della giornata di venerdì 18 luglio. Alla Terrazza Menarini alle 18.00 incontro-aperitivo con Fabio Cocifoglia e il Teatro le Nuvole di Napoli in Ferropol, video-racconto sull’Italsider di Bagnoli “fabbrica che non c’è più”. Segue alle 21,30 all’Arena del Teatro Giorgio Felicetti con Vita d’Adriano. Memorie di un cecchettaro sulla neve. Lo spettacolo vincitore del premio Enriquez per il Teatro Civile, racconta in modo suggestivo, di quel che ci ha lasciato una grande azienda marchigiana di vagoni ferroviari, dove 50mila persone hanno lavorato dai primi del Novecento fino alla chiusura, avvenuta nel 1994 per l’amianto.

Dedicato interamente al 70° anniversario della Liberazione di Serra San Quirico, sabato 19 luglio in località Collefoglia-Monte Murano (inizio alle h 18, con merenda). Proposto con l’ANPI Associazione Nazionale Partigiani d’Italia… Eppur bisogna andar è un recital tra letture e musica a cura di Laura Trappetti e Salvatore Guadagnuolo e con Antonella Vento e l’associazione Non Canto per Cantare. Il ricordo diventa fatto sociale e diventa un punto oltre il quale restare immobili è impossibile, il punto in cui “bisogna andare”.

Il festival si chiude domenica 20 luglio. Dopo la tradizionale cena in piazza della Libertà (h 20.00 su prenotazione) Laura Curino racconta Il racconto di (Olivetti) sull’ideazione e la nascita dello spettacolo che ha segnato un nuovo filone ‘positivo’ del teatro civile, dove alla denuncia si sostituisce la speranza che la dimenticanza divenga “scintilla di memoria collettiva”.

Parallelamente al Festival T.E.S.P.I, si terrà la S.E.T.E. Scuola Estiva di Teatro Educazione 2014, presso la storica sede di Palazzo Migliarini: promossa ed organizzata dall’Associazione Teatro Giovani di Serra San Quirico, dal 2000 la S.E.T.E. rappresenta un’occasione unica dedicata alla formazione e aggiornamento per Operatori di Teatro Educazione attraverso un percorso di natura laboratoriale, teorico-pratica, esperienziale. La scuola è aperta a tutti, ed in particolare a coloro che operano nei diversi ambiti della formazione, della comunicazione, espressione e creatività, della cura, del sociale (insegnanti, teatranti, educatori, mediatori linguistici e culturali, organizzatori e dirigenti di attività e istituzioni educative, sociali, culturali), universitari e laureati di qualsiasi indirizzo e per gli interessati al teatro educazione.

Conducono le attività della Scuola Estiva di Teatro Educazione Salvatore Guadagnuolo, Filiberto Segatto, Patrizia Mazzoni e – docente d’eccezione per il 2014 – l’attrice Laura Curino. Il programma formativo è strutturato in un percorso nel quale si alterneranno il fare, il vedere, il parlare di teatro ed educazione: all’interno, vi sono una scuola per 63 ore di attività (all’interno del quale sono il seminario intensivo condotto da Laura Curino, un laboratorio sulla conduzione nel Teatro Educazione, ed un percorso di educazione alla visione), gli spettacoli teatrali serali nell’ambito di T.E.S.P.I., ed infine gli incontri con gli artisti e gli workshop su esperienze di teatro sociale significative in ambito nazionale.

Sono partner dell’edizione 2014 di T.E.S.P.I.: Rassegna Malati di Niente, GAL Leader Colli Esini-San Vicino, GAL Ogliastra, COOS, ASP Ambitonove, Asur Marche 2, Comune di Jesi, Unione Europea e ANPI. Sponsor tecnici: Casaleta azienda vitivinicola, Montalbini Marino Mays Ottofile di Roccacontrada, Tenuta dell’Ugolino, azienda agricola Vito Celeste, azienda agricola Arpini, Oleificio Chiaraluce, Bar Le Logge, Casal Farneto azienda vitivinicola, azienda agricola La Botte.

 

Informazioni, programmi dettagliati e prenotazioni: ATG (tel. 0731/86634) www.teatrogiovani.eu e AMAT (tel. 071/2075880)www.amatmarche.net. Ingresso gratuito a tutti gli appuntamenti.

 simona marini luca celidoni