Toglietevi lo sfizio……!

siopeSe avete voglia e gusto di vedere dove finiscono in parte i nostri soldi cliccate su siope.it. La banca dati della ragioneria generale dello Stato ora accessibile a tutti. Vi troverete notizie interessanti e dati curiosi. Dall’assistenza psicologica e religiosa per i dipendenti pubblici, costata la modica cifra di unmilioneseicentomila euro, o i 420 miliardi di costo dei ministeri. I traslochi ci sono costati ben 361 milioni di euro, mentre le spese per pulizia e lavanderia sono salite a 409 milioni di euro, carte e valori bollati, per uno Stato che predica la rivoluzione digitale ben 109 milioni di euro. Un dato interessante riguarda le spese delle Regioni, nel 2012 avevano speso 92 miliardi, solo un anno dopo in piena spending review la spesa è salita a 119 miliardi. Dov’è il risparmio? Le regioni spendono per manutenzione immobili 473 milioni, “solo” 306 milioni per assistenza informatica e ben 13 milioni per pubblicazioni dall’incerta utilità e diffusione. Non sono da meno i comuni, i quali nel 2012 avevano speso 81 milioni, saliti nel 2013 a 86 milioni. A dover risparmiare e tirare la cinghia sono solo i cittadini. Perché? Se avrete tempo e pazienza di scorrere le cifre troverete delle autentiche curiosità e rivoli inaspettati, come le consulenze costate 322 milioni, e quanto spendono i sindaci per convegni manifestazioni pari a 189 milioni. Le giunte, i consiglieri e gli assessori, ultimamente aumentati a dismisura dal governo Renzi per compensare il “taglio” delle Provincie ci costano 508 milioni, senza dire delle società locali partecipate dai municipi, sulle quali è meglio stendere un velo pietoso, anche in funzione dello stato delle loro finanze. Navigate in siope.it e avrete modo di capire in quale direzione naviga questo Paese!

ARES