Dieta mediterranea: acqua e grano della Valdaso

cucinaaregoladarteTerzo appuntamento di Cucina a Regola d’Arte a Petritoli, sabato 12 Luglio prossimo.

Dopo i Maccheroncini di Campofilone IGP e la Polenta di Altidona, ad essere protagonista, questa volta,

sarà la Dieta Mediterranea, a cui è dedicato il convegno “Dieta Mediterranea: acqua e grano della

Valdaso”, in programma al Teatro dell’Iride a partire dalle 17.30.

L’incontro di Petritoli non vuole essere l’ennesima occasione di parlare della Dieta Mediterranea

semplicemente come corretto modello alimentare e stile di vita, quanto piuttosto un’opportunità di

confronto tra istituzioni, medici, storici e gli operatori agricoli locali a partire dall’idea di fondo di poter fare

della Dieta Mediterranea un vero e proprio brand di promozione del territorio.

Con questo obiettivo parteciperanno al convegno, insieme al Sindaco di Petritoli Luca Tomassini,

all’Assessore Regionale all’Agricoltura Maura Malaspina, al Presidente del Gal Fermano Michela Borri e a

Antonella Nonnis, coordinatrice dell’Ecomueso della Valle dell’Aso nonché Presidente di Fabbrica

Cultura, organizzatrice di Cucina a Regola d’Arte, il dott. Lando Siliquini, medico e autore del libro “Dieta

Mediterranea: il Tempio della Sibilla”, il giornalista Adolfo Leoni e lo storico locale Luigi Rossi.

E’ proprio nel libro di Siliquini che si ripercorrono storie, studi, testimonianze dell’importante ruolo giocato

dal territorio della Valdaso nella trasmissione del modello socio-alimentare della Dieta Mediterranea e nella

sua più attuale validazione scientifica. Da qui la proposta del giornalista Adolfo Leoni di ideare e

promuovere un vero e proprio brand “Le Terre della Dieta Mediterranea” per l’area di Montegiorgio e dei

comuni limitrofi, dove, secondo studi internazionali, i risultati della Dieta Mediterranea in termini

soprattutto di salute, sono stati tra i più significativi in Italia.

Sarà, quindi, lo storico Luigi Rossi a raccontare l’origine della Dieta Mediterranea nella Valdaso, affiancato

da un suggestivo intermezzo poetico a cura di Emanuela Angelini del Centro Studi sul Folklore Piceno. Al

termine anche la presentazione di prodotti biologici a cura di Agrobiologica Foglini Amurri e M.E.S.

Modulo Ecologico Sperimentale Azienda Agraria di Cicchese Paola.

Il progetto Cucina a regola d’Arte, realizzato da Fabbrica Cultura, con il finanziamento del GAL Fermano

(Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale “L’Europa investe nelle zone rurali” Progetto cofinanziato

nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale del GAL Fermano Leader – Sottomisura 4.1.3.7 Promozione

territoriale e certificazione d’area – Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 – Unione Europea / Regione

Marche)e promosso dai Comuni dell’Ecomuseo della Valdaso, punta alla valorizzazione dei prodotti tipici

della Valle con l’obiettivo ambizioso di fare del prodotto d’eccellenza un vero e proprio bene culturale, in

quanto frutto della storia e della tradizione di una terra, che in esso si rispecchia e attraverso di esso si fa

conoscere.

A chiudere il calendario di appuntamenti con Cucina a Regola d’Arte sarà l’evento Licenza di Pésca, ad

Ortezzano il 19 e 20 Luglio con un interessante talk show dedicato alla pesca della Valdaso, la cena in piazza

tutta a base di pesca e tante altre iniziative dedicate ai prodotti del territorio.

Info | Fabbrica Cultura | www.youpiceno.it I www.fabbricacultura.com

Ufficio Stampa | Maria Luisa Lucchesi 328 0368578 | comunicazione@piaceremagazine.it