Pesaro: CNA soddisfatta per le misure del Sindaco

SONY DSCPESARO – “Apprendiamo con grande soddisfazione che alcune delle misure proposte in tema di rilancio dell’economia che abbiamo proposto ai candidati a sindaco durante la campagna elettorale sono state non solo prese in considerazione ma – almeno stando agli annunci del nuovo sindaco di Pesaro – di fatto già adottate”. Moreno Bordoni, segretario provinciale della CNA, commenta con soddisfazione il nuovo pacchetto di provvedimenti a favore delle imprese annunciato da Matteo Ricci e incassa un primo tangibile risultato contenuto nella piattaforma programmatica presentata lo scorso aprile ai candidati alla carica di primo cittadino.

“Siamo stati ascoltati. La nostra proposta di detassare le nuove imprese (in particolare quelle artigianali), nel centro storico e quella di agevolare comunque le neo attività con un regime di tassazione contenuto al minimo e di favorire quelle che assumono, è stata vincente. Lo abbiamo indicato nero su bianco nelle nostre proposte – dice Bordoni – perché è una di quei provvedimenti che riteniamo fondamentali per tre motivi. Dare la possiblilità ad un giovane o a chiunque voglia avviare un’attività di realizzare il proprio sogno senza per questo dover arrendersi alle prime difficoltà; ridare vita e dignità al centro storico; contribuire per una piccola parte a far ripartire l’economia a creare occupazione e a ridare senso e speranza al futuro”. Così come il pacchetto di misure adottate in tema di edilizia. Un settore che la CNA considera strategico per l’economia della nostra provincia”. “Qui addirittura – dice ancora Bordoni – la nuova Giunta ci ha sorpassato. Noi proponevamo misure per agevolare le ristrutturazioni a incentivi per la riqualificazione energetica e per le riconversioni e per favorire le imprese locali negli appalti pubblici al di sotto del milione di euro.  Il blocco degli oneri di urbanizzazione e la riduzione di questi del 50% su case “passive” e di classe A, per interventi a chi rende la casa accessibile ai disabili sono ulteriori misure che non possono che fare piacere a noi e alle nostre imprese”.

“Anche se siamo sulla strada giusta – conclude Bordoni – ci sono molti punti di quelli proposti dalla CNA sui quali lavorare. Ci aspettiamo in particolare misure concrete in ragione di un abbassamento generale della fiscalità totale a favore di tutte le imprese e non solo quelle che apriranno in centro. I recenti acconti relativi a Imu, Tari, Tasi, addizionale Irpef sono stati per le nostre aziende un pesantissimo salasso. Siamo una delle città con il più alto livello di tassazione alle imprese. Occorre per questo cambiare decisamente rotta. Così come occorre intervenire per ridurre drasticamente la burocrazia. Da Ricci e dalla sua Giunta ci aspettiamo molto e siamo disponibili a lavorare e collaborare per raggiungere nuovi importanti obiettivi per fare della nostra città un esempio virtuoso”.