Carne di bovini infetti anche nelle Marche

carneC’è anche la provincia di Pesaro nel mirino dei carabinieri di Perugia, tesa a smantellare un’organizzazioni che spacciava la carne di bovini infetti come invece provenienti da animali di razza pregiata, tramite la falsificazione dei marchi. Perquisizioni e sequestri sarebbero in corso in alcune aziende del pesarese.
I Carabinieri del Comando per la Tutela della salute stanno eseguendo 78 decreti di perquisizione e sequestro in diverse provincie da nord a sud nell’ambito di un’indagine, denominata “Lio” e condotta dal Nas di Perugia, relativa all’illecita commercializzazione di bovini infetti, con marchi auricolari contraffatti e dichiarati falsamente di razza pregiata.
L’operazione è condotta nelle provincie di Arezzo, Avellino, Bari, Foggia, L’Aquila, Latina, Lodi, Matera, Padova, Perugia, Pesaro e Urbino, Pistoia, Potenza, Ravenna, Rieti, Roma, Siena, Terni, Torino, Verona e Viterbo.