Della Valle, attacco finale ad Elkann

03diego dDopo gli stracci i piatti e chi più ne ha più ne metta. Il patron della Tods e della Fiorentina è tornato infatti ad attaccare il presidente della Fiat John Elkann. “Il poveretto di Jaki non perde mai tempo di ricordare agli italiani che è un imbecille”. Mezzi termini addio, insomma.

Della Valle ha sparato le sue cartucce parlando con i giornalisti a Firenze e riferendosi alle dichiarazioni di Elkann sui giovani. “Dovremmo fare un referendum – ha aggiunto – e chiederci se lo vogliamo ancora in Italia”. “E’ una vergogna – ha proseguito – che uno degli Agnelli dica che oggi in Italia i giovani hanno i posti di lavoro. Uno che si permette di dire che i ragazzi stanno a casa perché non hanno voglia di lavorare, perché il lavoro c’è, è un imbecille; lo tengano a casa, lo tengano un po’ a riposo, vada a sciare”.

Quindi l’affondo definitivo. “John Elkann è uno che appartiene ad una famiglia che ha distrutto una quantità industriale di posti di lavoro e, di conseguenza, anche le speranze di molti giovani”.