Mastrapasqua si dimette, ma solo dall’INPS

mastrapIl ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha ricevuto le dimissioni di Antonio Mastrapasqua dall’incarico di Presidente dell’INPS. Giovannini, comunica il ministero, ha ricevuto questa mattina Antonio Mastrapasqua, “il quale, anche alla luce delle decisioni assunte ieri dal Consiglio dei Ministri, ha manifestato la sua volontà di rassegnare le dimissioni dall’incarico di Presidente dell’Inps”. La politica, come di consueto non fa, anche in questo caso bella figura. Prima ignora la situazione paradossale di un dirigente pubblico con decine di incarichi, anche in società private, poi si dice impossibilitata a rimuoverlo, tranne che attraverso un decreto legge, nonostante lo sconcerto, a dir poco, se non la rabbia che sale dal Paese. Fortuna ha voluto che lo stesso Mastrapasqua, colto tra l’altro in fallo per alcuni peccatucci relativi ad alcuni esami universitari, abbia in un impeto di “stile” rassegnato le dimissioni. Ora resta da vedere se contestualmente il nostro manterrà la vice presidenza di Equitalia, nord, centro e sud, oltre agli altri incarichi di fatto in conflitto di interessi con la figura di dirigente pubblico.