Casette mobili in campagna, No di Coldiretti

casamobilIl paesaggio rurale marchigiano non può diventare un villaggio turistico. Coldiretti Marche contesta la norma approvata dal Consiglio regionale con la legge di bilancio: un emendamento, sostiene l’associazione, che ”consente di realizzare casette mobili nelle campagne e rischia di standardizzare al ribasso il paesaggio e svalutare l’offerta agrituristica”. No insomma al ‘bungalow selvaggio’: valorizziamo le strutture tipiche che l’architettura rurale ha lasciato nel tempo.