SANITA’ MARCHE, Proroga dei precari al 2016

precario_sfruttato-645d7_05I lavoratori precari della sanità marchigiana possono guardare con più serenità

al futuro e con loro i cittadini della nostra regione che beneficiano delle loro

competenze.

L’impegno che il sottosegretario alla Salute Paolo Fadda aveva preso alcuni

giorni fa di fronte ai sindacati di categoria Fp Cgil Cisl Fp e Uil Fpl, siglando il

protocollo d’intesa sul precariato in sanità, si è infatti tradotto in una direttiva alle

Regioni per la proroga di tutti i contratti di lavoro in essere fino al 31 dicembre

2016.

Ora la Regione Marche non ha alcun alibi per non prorogare il rapporto i lavoro

dei professionisti sanitari, tecnici e di assistenza il cui ruolo è irrinunciabile per

la tenuta e il livello qualitativo dell’intero sistema sanitario regionale.

Oggi va affrontata una vera e propria emergenza rappresentata dalla prossima

scadenza dei contratti di lavoro a tempo determinato.

L’emergenza va affrontata nell’interesse dei cittadini perché ci riferiamo ad

operatori che assicurano servizi essenziali alla persona per i quali si devono

trovare percorsi di stabilizzazione.

 

In attesa della definizione dell’atto normativo che fornirà alle Regioni le

coordinate e gli strumenti adeguati per poter inserire in organico tutte le

professionalità di cui c’è bisogno, la Regione Marche, in forza alla Direttiva del

Ministero della Salute del 10 dicembre proceda ora alla proroga dei rapporti di

lavoro.

 

Segretari Generali Regionali

FP CGIL – FP CISL –FPL UIL

(A. Pertoldi – L. Talevi – C. Santini)