CIG: A NOVEMBRE SUPERATA DI 5 MILIONI DI ORE IL TOTALE DEL 2012

cassa integDai dati resi noti dall’INPS ed elaborati dall’IRES CGIL Marche risulta che a novembre 2013 sono stati richiesti nelle Marche 4,9 milioni di ore di cassa integrazione, di cui 850mila ore di CIG ordinaria, 1,4 milioni di ore CIG straordinaria e 2,6 milioni ore di CIG in deroga.

Rispetto a novembre 2012 le ore di CIG sono aumentate del 6,6% ed ancora più importante è l’incremento rispetto al mese di ottobre 2013: + 37,9%.

“Nel periodo “gennaio-novembre” sono stati richiesti nelle Marche oltre 43 milioni di ore di cassa integrazione – dichiara Novella Lodolini, responsabile Ires Cgil Marche -:  ad un mese dalla fine del 2013, le ore di CIG richieste ed autorizzate superano di 5 milioni le ore complessive del 2012 e fanno registrare un +26,3% rispetto allo stesso periodo del 2012”.

Osservando le singole tipologie di cassa integrazione si osservano le seguenti tendenze:

        Le ore di Cassa integrazione ordinaria per il periodo gennaio-novembre del 2013, pari a 14,3 milioni, sono aumentate, rispetto allo stesso periodo del 2012, del 79,4% con incrementi che interessano tutti i settori produttivi. I volumi più significativi di CIGO si registrano nella meccanica (complessivamente 6,3 milioni di ore, oltre il doppio rispetto allo stesso periodo del 2012); seguono i settori del mobile (1,6 milioni di ore, +79% rispetto al 2012), del calzaturiero (816 mila ore), abbigliamento (606 mila ore) e chimico (693 mila ore).

        Le ore di Cassa integrazione straordinaria nei primi 11 mesi del 2013 sono pari a 11,9 milioni, di poco inferiori allo stesso periodo del 2012 (-3,5%). I settori con il maggior ricorso alla CIGS sono la meccanica e il mobile (rispettivamente con 5,3 milioni e 1,3 milioni di ore complessivamente richieste), settori in cui si registra un calo delle ore di CIGS. Volumi elevati di CIGS, peraltro in significativa crescita, si osservano anche per i settori della chimica (1,1 milione di ore), dei minerali non metalliferi (697 mila ore) e del calzaturiero (630 mila ore).

        Il ricorso alla CIG in deroga da gennaio a novembre è quantificabile in 17,3 milioni di ore, +22,3% rispetto allo stesso periodo del 2012, con una crescita che si registra in quasi tutti i principali settori. I volumi più elevati si osservano nella meccanica (3,3 milioni di ore complessive), nel calzaturiero (2,2 milioni di ore) e nel mobile (1,7 milioni di ore).