Denunciata donna responsabile furti in gioielleria

donnaApprofittando di momenti di distrazione dei commercianti, rassicurati dal suo aspetto

tranquillo e dagli accessori di valore che indossava, P.P., nata a Sant’Elpidio a Mare, ma

domiciliata a Civitanova Marche, era riuscita in due soli giorni a sottrarre anelli ed altri

oggetti in oro in ben tre gioiellerie di Fermo e Porto San Giorgio.

La donna, però, non aveva evidentemente messo in conto di poter essere riconosciuta,

nelle immagini dei sistemi di videosorveglianza, dal responsabile delle Volanti del

Commissariato, che si era già “occupato” di lei quando prestava servizio presso la questura

di Macerata.

Sono quindi scattate le immediate ricerche che hanno consentito di rintracciare in un

residence di Civitanova Marche la donna, che è stata denunciata a piede libero per il reato di

furto. Grazie alle perquisizioni disposte dal pubblico ministero Dr. Raffaele Iannella, è stata

inoltre ritrovata la refurtiva in suo possesso, in parte ceduta ad un negozio di compro oro

(che l’aveva, peraltro, regolarmente registrata).

Gli investigatori sono comunque convinti che P.P., con precedenti penali specifici, abbia

commesso anche altri furti fuori di questo circondario e stanno quindi cercando di risalire

ad altri esercenti che, riconoscendone la foto, possano collaborare a ricostruire i movimenti

della donna.

Nella nottata odierna, verso le ore 02.30, ignoti hanno causato, con una esplosione,

l’apertura del bancomat della filiale UNICREDIT di Porto San Giorgio, causando danni

anche all’interno degli uffici.

Non è ancora stato quantificato con esattezza l’importo rubato, anche se i responsabili

della filiale hanno fatto sapere che il bancomat era stato caricato per il weekend e quindi si

presume che la cifra asportata sia significativa.

Sul posto la polizia scientifica del Commissariato ha effettuato i consueti rilievi che si spera

possano fornire indicazioni utili alle indagini.