Appassimenti aperti

È stata presentata oggi ad Ancona, nella sede della Regione Marche, l’ottava edizione di Appassimenti

aperti, la manifestazione che celebra le qualità inconfondibili e la storia di un’eccellenza enologica

marchigiana: il vitigno autoctono Vernaccia Nera. L’appuntamento è a Serrapetrona, nelle domeniche

del 10 e del 17 novembre, con l’organizzazione dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, dei Comitati

di Tutela della Vernaccia di Serrapetrona docg e del Serrapetrona doc e del Comune di Serrapetrona.

Consolidata la formula che negli anni ha decretato il successo della manifestazione: gli appassimenti,

dove le uve vengono messe ad appassire rinnovando un’antica tradizione, che aprono le porte; le

degustazioni in piazza per apprezzare le qualità di Vernaccia di Serrapetrona docg e del Serrapetrona

doc; gli abbinamenti con le tipicità gastronomiche; la magia di un paese-presepio che si carica dei

colori d’autunno.

 

“La Vernaccia di Serrapetrona è stata la prima docg delle Marche – ha sottolineato Adriano Marucci,

sindaco di Serrapetrona -; è un vino strettamente legato al proprio territorio, un vino che non si inventa

ma per il quale servono passione e dedizione. Grazie all’impegno dei produttori, anche quest’anno le

cantine apriranno le porte; ci saranno anche il mercatino dell’antiquariato, musica e artisti di strada, e

l’opportunità di visitare a Palazzo Claudi una mostra straordinaria, La conquista del cielo, con reperti

paleontologici e archeologici rarissimi”.

“Appassimenti aperti fa parte delle cinque iniziative più importanti della regione nel settore

enogastronomico – ha aggiunto Alberto Mazzoni, direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini –

questi appuntamenti sono il biglietto da visita più importante per le Marche, perché invitano a vedere,

osservare, degustare per apprezzare le nostre specificità, rendendo la regione appetibile ad un pubblico

trasversale”.

appassimentiNel corso della presentazione è stato sottolineato il sostegno della Regione Marche, attraverso il

Fondo europeo agricolo per lo Sviluppo rurale; come ha fatto sapere Maura Malaspina, assessore

all’Agricoltura della Regione Marche, “Appassimenti aperti raggiunge appieno la nostra visione

di prodotto certificato di qualità e di legame al territorio. Il livello di qualità, di differenziazione,

di denominazioni, di cantine e di paesaggi, è sempre più capace di raccontare l’unicità del nostro

territorio, a tutto vantaggio di un nuovo turismo delle aree interne. La Vernaccia di Serrapetrona e

questa manifestazione rispecchiano le linee guida nella redazione del nuovo Piano di sviluppo rurale

della nostra regione. Proprio il settore della qualità certificata nel settore dell’agroalimentare potrà

dare una nuova spinta all’economia regionale, attivandone processi di sviluppo e diversificazione con

l’integrazione alla risorse turistiche, culturali, territoriali e del made in Italy”.