NIENTE “ WONDER WOMAN “ SOLO DONNA

“ Il miglior rimedio per rivalorizzare le qualità delle donne è creare un personaggio femminile con tutta la forza di Superman ed in più il fascino di una donna brava e bella “

così diceva nel 1947 William Moulton Marston il creatore delle celebre eroina americana che fa fatica a far pubblicare le storie della sua eroina dai modi un po’ troppo disinibiti per quei tempi ma che vestendola con i colori della bandiera americana riesce ad imporla al pubblico dell’ epoca.

Il nostro viaggio di oggi inizia dal Kenya con Cecilia PANICHI che ci racconta la sua esperienza di vita che ha l’ AMORE come cuore di ogni cosa. Prosegue la nostra storia con il racconto di Grazia GIAMMARINI responsabile di Boscolo Tour Operator in Spagna per finire con la dottoressa GALLI Graziana Anna Paola una delle donne più speciali e splendide che io abbia incontrato nella mia vita.

l mio primo incontro con il Kenya fu nel Dicembre 2007.
Negli anni precedenti avevo visitato la Tunisia, l’Ecuador e l’isola di Maurizius come paesi “definiti” del Terzo Mondo ma in Kenya, qualcosa mi si mosse dentro… qualcosa vibrò.Ero in una comune vacanza con il mio fidanzato, classica da villaggio turistico, una settimana tutto incluso, eppure, lo scenario fuori, la natura, i bambini, i sorrisi della gente, etc… mi turbò, mi turbò a tal punto che decisi di lasciare il mio ragazzo e di ascoltare il mio cuore…

Ricordo perfettamente che il mio primo incontro con un orfanotrofio mi destabilizzò, iniziai a piangere, mi sentivo male e la mia “normale vita” da ragazza sangiorgese, non aveva più senso.Non aveva più senso dedicarmi solo al lavoro per poi acquistare “materia” e vivere una vita monotona e statica al fianco del mio ragazzo… sentii che dovevo andare e lasciare tutto e tutti.E così fu, piano piano, mi liberai di tutta la materia di cui mi ero circondata.Iniziai il mio avanti e indietro con il Kenya fino a che nel Dicembre 2009 con delle mie amiche fondammo la FCP ONLUS e così iniziammo in maniera più concreta a renderci utili verso il prossimo….In questi anni abbiamo sostenuto diverse realtà in Kenya, Uganda e Argentina, tutte finanziate dalle raccolte fondi che ogni anno effettuiamo a Porto San Giorgio, grazie anche alla collaborazione di alcuni commercianti.In Kenya sono sempre stata io la responsabile in loco e devo dire che nonostante tante delusioni ricevute dalla gente locale e non, ho imparato molte cose, sono cresciuta, riesco oggi a vedere la vita sotto un’altra ottica, mi sento cittadina del Mondo, e grazie al confronto con una moltitudine di realtà, posso dire, che la Razza Umana sia la peggior razza vivente su questo pianeta terra.Siamo egoisti, razzisti, non amiamo a non rispettiamo la Natura, ci sentiamo profondamente intelligenti e sempre in diritto di giudicare il prossimo.Per fortuna questa non è la totalità assoluta, per fortuna oggi molta gente si sta risvegliando, molta gente inizia di nuovo a vedere la luce, la Verità, quella che conta, ovvero che siamo tutti fratelli e sorelle in questo Mondo e che solo L’AMORE quello puro e incondizionato, ci potrà portare alla salvezza e alla felicità eterna.In Kenya dunque ci sono tornata perchè volevo fare la mamma sociale, ovvero volevo essere la mamma degli orfani, poi invece, anno per anno, le cose sono cambiate, le cose si sono evolute e anche le mie consapevolezze.Per mia esperienza posso affermare che un conto è vivere una realtà mordi e fuggi e un conto è immergersi in una realtà e viverne tutte le sue sfumature.In tutti questi anni, non mi sono mai contornata dei confort qui, ho vissuto ovunque, ho dormito sotto gli alberi, in case di famiglie che mi ospitavano o in guest house…. ho vissuto senza acqua corrente ed elettricità, ho cercato sempre di condividere quel che avevo e nonostante ciò, dopo tutti questi anni, posso affermare che non ho un amico vero qui.L’illusione dell’Africa pace amore, dal mio punto di vista, nelle esperienze vissute qui a Malindi e dintorni, resta solo un’illusione….Da troppi anni ormai il Dio Denaro si è impossessato di questo luogo; Indiani, Arabi ed Europei hanno importato un falso modello di sviluppo basato sul materialismo e oggi mi ritrovo a vivere a stretto contatto con un popolo egoista e razzista anche con i suoi fratelli.Vivo in un paese nel totale degrado, immerso dall’immondizia, dal caos, dallo smog…. vivo in un paese dove il suo popolo non conosce la parola “Amore per la Natura”.Concludo dunque dicendo che oggi, mi trovo a vivere qui in Kenya solo per Amore, perchè l’anno scorso mi sono sposata ma dal punto di vista sociale e umanitario, da parte mia è tutto fermo qui e come FCP ONLUS abbiamo deciso di continuare a finanziare solo il progetto in Argentina.

CECILIA PANICHI – KENIA

La mia vita per il turismo nasce quando ero praticamente una bambina….oggi direi ragazzina…poiché avevo solo 14 anni,quando il comune di Fermo, o meglio l assessorato alla cultura decise di fare un corso di miniguida  per la città . Cominciai  a studiare a fondo la storia e i monumenti del  mio paese. Naturalmente me ne appassionai. Ì turisti arrivavano…pochi, purtroppo e sempre individuali…..ancora oggi a distanza di anni non esiste un turismo di gruppo per il fermano…io spiegavo e mi divertivo .
Tenendo conto del fatto che mio padre ,il mio adorato papa’, lavorava da anni nel turismo come impiegato dell apt di Fermo e la mia bella mamma era dipendente comunale e gestiva il Palazzo dei Priori, sede della nostra ricca pinacoteca, mi appassionai sempre di più a questa attività.
Cosi decisi di iscrivermi all iItituto Tarantelli di Sant Elpidio a Mare indirizzo turistico . Dopo cinque anni di studi ma soprattutto di divertimento..mi diplomai e fortuna volle che appena uscita dalla scuola dovetti sostituirè in emergenza  il mio prof di tecnica turistica in un tour per un’ agenzia della zona. Inutile dire che il primo tour fu un disastro …..era un costiera amalfitana….guardavo la gente che si aspettava delle spiegazioni, io con il microfono in mano per la prima volta sudavo freddo.
Ma risultai simpatica e all’ eta di 19 anni cominciai ad esercitare questa mia professione che svolgo oramai da 23 anni….quella di Accompagnateice turistica o per dirla all inglese tour leader. Nel fraetepo presi il patentino , èlemento indispensabile per esercitare legalmente, e feci un colloquio con
un tour operator di Padova la BOSCOLO TOURS andò bene e dàl 1996 lavoro continuatiamente per loro.
Quini il mio lavoro e’ anche la mia passione, direi anche la mia ragione di vita a discapito purtroppo di quella privata…..ma questa e’ un altra storia. Amo il mio lavoro che mi ha reso indipendente sin dalla maggiore eta che mi fa girare il mondo che mi ha formato il carattere che ha fatto si che imparassi altre due lingue perfettamente e che potessi comunicare com gente di tutto il mondo. Un lavoro che ti apre la mente, ti rende tollerante, ti da tanta cultura perche non dismette mai di studiare. Si conosce tanta gente e s impara qualcosa da tutti…quelli buoni e bravi e quelli meno . Si impara a relazionarsi e a trattare bene e con rispetto il prossimo..perche anche se non e’ vero che il cliente ha sempre ragione …..bisogna dargliela. E cosi da 23 anni per nove mesi all anno giro il mondo ma soprattutto la bella Europa. Sono contenta ed orgogliosa del mio lavoro. Mi reputo fortunata anche se ci sono lati negativi ….a volte la solìtudine..stare lontani dagli affetti é cambiare letto ogni notte. Ma poi ci si abitua e tutto diventa naturale. Come per tutte le cose.
GRAZIE GIAMMARINI – SPAGNA
La passione.. la passione e’ una costante nella mia vita: la passione per la musica, per lo sport, per i viaggi, per le lingue, per la conoscenza, per le persone…  in sostanza per la vita…
E’ la passione per tutto cio’ che faccio ogni giorno che mi da’ una forza straordinaria, che mi ha permesso di superare i momenti difficili e delicati che la vita mi ha regalato ..
quella passione che allo stesso tempo ti da’ una spinta incredibile per lavorare a nuovi progetti, per scoprire nuovi mondi, per affrontare nuove sfide…
che possiede una capacita’ catartica e rende possibile la “rinascita” ..
un esempio concreto di quanto sopra descritto , elo posso ritrovare nella nascita di un nostro business, ” nato” quasi per caso o forse per .. passione…  
o comunque grazie a energie e sinergie positive che scaturiscono solo da un approccio o atteggiamento virtuoso che  permette di cogliere quanto di bello e imprevedibile nella vita puo’ accadere…
L’incontro casuale con una coppia di coniugi americani conosciuti 10 anni fa  in un agriturismo nei pressi di Urbino e’ riuscito a trasformarsi e a concretizzarsi in un business reale, in una societa’ americana
( di cui noi siamo i soci di maggioranza) che si occupa di spedizioni di vino…    il nome della societa’  e’ Wine & Passion …
E’ una societa’ che ha iniziato l’attivita’ nel 2005 e negli anni si e’ sviluppata con ottimi risultati e grandi soddisfazioni,
Se si crede fermamente in cio ‘ che si fa, una fede incrollabile, che supera la sfera razionale, il sogno puo’ diventare realta’..
La vita si nutre del sogno, e’ fondamentale per alleggerire il quotidiano, ma e’ altrettanto vitale “abitare” nella passione, ogni giorno, ogni momento …
e’ questo che fa la differenza  ……   “
GRAZIANA ANNA PAOLA GALLI – AMERICA