AZIENDE MACERATESI PER RICOSTRUZIONE LIBIA

MACERATA – Oltre 155 studi professionali e aziende della provincia di Macerata hanno preso parte ad un forum Italia-Libia organizzato dalla Ex.It., azienda speciale della Camera di commercio di Macerata per illustrare le possibili collaborazioni con il paese africano, dopo la Primavera araba e le devastazioni seguite ai bombardamenti. L’evento è il primo del genere in Italia. In Libia la ricostruzione non riguarda solo la capitale, ma tutte le città principali e quelle che nasceranno con la realizzazione della nuova autostrada e delle due linee ferroviarie di attraversamento del Paese. Non si tratta solo di ricostruire palazzi e restaurare edifici storici, ma di dar vita ad un’efficiente rete bancaria, un sistema scolastico moderno, uffici pubblici, università e di valorizzare il patrimonio archeologico, anche partendo dagli importanti lavori di scavo che archeologi dell’Università di Macerata hanno già condotto nel paese. Possibili terreni di collaborazione investono anche la rete delle Pmi, l’agricoltura e zootecnia. Imprese e cooperative maceratesi si candidano a partnership per la trasformazione di prodotti alimentari e una catena del freddo per poter sfruttare il patrimonio ittico libico, il turismo. A chiusura del forum il presidente della Camera di commercio italo-libica Gianfranco Damiano ha suggerito agli operatori economici maceratesi e alla Ex.It. di proporre al governo libico di organizzare per suo conto il padiglione della Libia all’Expo di Milano.