PUNTERUOLO ROSSO: ALTRI CASI A PORTO SAN GIORGIO

PORTO SAN GIORGIO- Si comunica che, a seguito dei casi di infestazione del parassita delle palme “punteruolo rosso”, questa Amministrazione ha adottato tutti i provvedimenti per eliminare, o quantomeno contenere, la diffusione dell’insetto nocivo.

Purtroppo nell’ultimo controllo effettuato al fusto della prima palma colpita dal parassita, ubicata lungo il viale Cavallotti zona centro – riferisce l’Assessore all’Ambiente Umberto Talamonti si è constatato che non sussiste nessuna ripresa vegetale e che il processo degenerativo del tessuto è notevolmente avanzato. Nei prossimi giorni si dovrà procedere all’abbattimento del tronco e alla relativa disinfestazione del materiale legnoso per prevenire la diffusione del parassita. Nonostante il tempestivo intervento l’albero non è riuscito a superare la massiccia aggressione del parassita”.

Per quanto riguarda gli altri due casi (di cui uno in giardino privato) la situazione sembrerebbe meno preoccupante: “L’attenzione resta elevata su tutto il patrimonio arboreo che conta oltre 500 palme in tutto il territorio – afferma Talamonti – ma resta molto importante intervenire in modo tempestivo per limitare l’eventuale prolificazione e diffusione dell’insetto. Lo stesso persiste all’interno del tronco fino alla completa distruzione per poi migrare su altri esemplari. Quindi la prevenzione, con l’osservazione della chioma è fondamentale”. Infatti il primo sintomo si manifesta sulle foglie alte, quelle più centrali della palma con evidente inclinazione, e modifica della loro simmetria.

E’ evidente come in questa fase – conclude Umberto Talamonti la segnalazione di anomalie sulle palme del territorio diventi importantissima e per questo si chiede la collaborazione di tutti i cittadini. Questo Assessorato e tutta l’Amministrazione Comunale ringraziano la cittadinanza per la collaborazione”.