“Follia Profonda” di Wulf Dorn

Citazione
“Il per sempre sta a indicare la fine della vita. In fondo c’è comunque la perdita. L’aspetto più cinico è che risulterà tanto più lacerante quanto maggiore è stata la felicità precedente.”

Di cosa parla “Follia profonda” di Wulf Dorn

“Follia profonda” pubblicato dalla Corbaccio nel 2012 è l’ultimo thriller di Wulf Dorn, che dopo il successo de “La psichiatra” e “Il superstite” torna a sorprendere i suoi lettori.

Il romanzo “Follia profonda” è ambientato a Fahlenberg. Jan svolge qui la sua attività dipsichiatra. Apprezzato da tutti per aver risolto il caso della scomparsa del fratello avvenuto 23 anni prima, fatto narrato nel libro di Carla Weller, una giornalista.

Un giorno Jan riceve a casa un mazzo di rose rosse privo di mittente. Il rapporto dell’uomo con Carla, con cui ha una relazione amorosa un po’ complessa, fa credere a Jan che il regalo possa essere suo. Si scoprirà invece che è il gesto di un’ammiratrice segreta, che vive un’ossessione morbosa per lui e che per catturare la sua attenzione commette omicidi violenti.

Quello che inizialmente nel libro “Follia profonda” sembrava essere solo un gioco, si rivela nella sua veste inquietante, non si tratta di attenzioni innocue di una possibile paziente, ma di qualcosa di perverso e Jan se ne accorge quando viene assassinato un suo amico giornalista.

Solo allora il protagonista di “Follia profonda” sente di essere veramente in pericolo, minacciato dall’insistenza di una stalker che ha deciso che non vuole nient’altro che lui e farà l’impossibile pur di raggiungere il suo obiettivo.

“Follia profonda” di Wulf Dorn è un libro con un crescendo di tensione che lascia disarmati, un thriller avvincente, che convince i lettori nell’attesa di un nuovo romanzo della stessa portata.