CIVITANOVA C’E’. BATTUTO IL VILLORBA 6-4

CIVITANOVA MARCHE-Con grinta, cuore, carattere e voglia oltre ogni limite. Con queste caratteristiche il Civitanova Calcio a 5 supera il Villorba nella sesta giornata di campionato di A2, lasciando ai trevigiani il poco onorevole ultimo posto in classifica. Tre punti pesantissimi che sbloccano matematicamente e mentalmente i ragazzi di mister Angelo Lepretti, alla prima affermazione nella massima serie. I veneti si presentano a Civitanova con l’unico punto conquistato all’esordio contro il Comelt Toniolo Milano (2 a 2 il finale), ma vogliosi di staccare i rossoblù e relegarli in fondo alla classifica con lo zero spaccato. Ma i civitanovesi attendevano da tempo questa gara, giunta dopo la pausa del campionato causa impegni azzurri in Thailandia, prima vera sfida salvezza di questa stagione. Mancava Baldelli squalificato nei locali, presente in tribuna a sostegno dei propri compagni e mister Lepretti lancia dal primo minuto il quintetto formato da Beltrami, Pietracci, Belloni, Latini e Piersimoni. Pronti via e Latini prova a calciare dal limite dopo 40 secondi di gioco, De Poli si oppone con il corpo. A 16’ e 30” Beltrami risponde bene su Zannoni e dà il via alla sua bella partita tra i pali. A 16’ e 11” Latini serve Piersimoni che protegge palla al limite e scarica di nuovo su Latini, conclusione da fuori respinta bene dal portiere ospite Azzolin. Il Civitanova c’è, gioca un buon futsal ma, alla prima vera sbavatura, va sotto. Al quinto, infatti, Pietracci perde un contrasto a centrocampo con Del Piero, il brasiliano si allarga sulla destra e fulmina Beltrami con un diagonale imprendibile. Doccia fredda per i rossoblù, che sotto porta non concretizzano e vengono puniti oltre ogni demerito, rivivendo in pochi istanti i vecchi fantasmi delle precedenti partite. Dell’Oso entra in campo e ci prova in diagonale dalla destra, è bravo Azzolin a bloccare a terra. Ancora Dell’Oso si invola all’ottavo in compagnia di Piersimoni a tu per tu con il portiere ospite, appoggio per lo stesso Piersimoni che, incredibilmente, a porta vuota mette fuori con il piatto. Ma il pari è nell’aria e arriva al minuto nove e trenta. Dell’Oso batte forte una rimessa laterale, la palla viene respinta a metà tra palo e portiere e termina sui piedi di Latini in area, diagonale vincente di destro e risultato che torna meritatamente in parità. Il Villorba reagisce come un leone ferito e si porta vicinissimo al nuovo vantaggio in due occasioni. Nella prima Zocchi non trova il palo opposto per questione di centimetri, nella seconda Beltrami è stratosferico nel togliere la sfera dalla rete su colpo a botta sicura di Baù a pochi passi dalla linea di porta. Il Civitanova ci prova con Latini e Piersimoni, ma la mira non è esatta e si resta in parità. I trevigiani esauriscono il bonus di falli a sette minuti dal termine ma, su azione dubbia, trovano il pari. Beltrami protegge il rinvio a fondo campo di un suo compagno e subisce fallo da Del Piero. Per l’arbitro però è tutto regolare e si riparte con il laterale in attacco per il Villorba. Batte lo stesso Del Piero che trova libero fuori area Zakouni, grande destro sotto l’incrocio e ospiti di nuovo in avanti. Potrebbe essere una mazzata per i rossoblù, ancora una volta combattivi e determinati ma spreconi sotto porta, puniti puntualmente dai pochissimi errori di posizione. Il Civitanova chiude però il primo tempi in avanti e sfiora per ben due volte il pari. Nella prima occasione Latini trova il sesto fallo ospite, ma dal tiro libero si fa ipnotizzare da Azzolin. A venti secondi dal termine è Pietracci a trovare il bel sinistro da fuori, che si stampa sulla traversa prima di spegnersi sul fondo. Si va così al riposo con il Villorba avanti di una rete. Mister Lepretti si fa sentire negli spogliatoi e, al rientro in campo, Civitanova dà subito impressione di voler capovolgere la gara. Passa un minuto e Belloni si libera ottimamente in area della marcatura di Zannoni e Zakouni, ma il diagonale finisce incredibilmente a lato. Ma il funambolo numero dieci si riscatta subito e, in due minuti, stravolge il match. Al secondo minuto trova il pari in un’azione fotocopia all’errore iniziale della ripresa, ma centra l’angolino per il due a due. Sessanta secondi dopo trova un diagonale sotto l’incrocio dalla fascia sinistra, altezza tre-quarti, che da solo vale il prezzo del biglietto. Corsa scatenata verso la tribuna per il forte calciatore rossoblù e abbraccio sentito in tribuna con lo squalificato Baldelli. Civitanova controlla il match e sfiora il quarto gol con Piersimoni che, servito dal solito Belloni, in diagonale colpisce la traversa. E al sesto minuto arriva il poker della tranquillità. Belloni calcia da fuori e trova la risposta di Azzolin, Latini in scivolata si avventa sulla respinta corta del portiere ospite ma la palla viene spedita fuori area, arriva Piersimoni di gran carriera e con il piattone serve il quattro a due. Grandi proteste ospiti per la scivolata di

Latini giudicata irregolare, con il portiere rimasto a terra e costretto poi a lasciare il terreno di gioco. Ma per i due arbitri è tutto nelle regole e Civitanova si porta avanti di due. La risposta trevigiana è nel diagonale di Mazzon lanciato a rete da un retropassaggio errato di Dell’Oso, ma il tiro termina a lato. I rossoblù invece continuano a macinare gioco e sfiorano ripetutamente il quinto gol. Belloni ci prova in diagonale ma spara di poco sopra la traversa, Piersimoni si accentra e lascia partire un destro terrificante che si stampa pieno sulla traversa. Ancora Piersimoni, servito a pochi metri dalla porta da Serantoni, con lo specchio libero manda incredibilmente a lato. Ma il gol è nell’aria e arriva al minuto tredici. Belloni se ne va con il sombrero a Zannoni e viene steso. Dell’Oso calcia forte la punizione respinta dal portiere ospite, ma Belloni è lesto con il piatto a siglare la sua doppietta personale. Cinque a due e gara in discesa negli ultimi minuti. Beltrami vola da campione su Zannoni e neutralizza di piede su Zakouni; Civitanova agisce in contropiede cercando di sfruttare il portiere di movimento avversario, De Poli, che inevitabilmente lascia sguarnita la porta. E proprio su errore del portiere-giocatore arriva il sei a due a centoventi secondi dal termine. De Poli riceve indietro ma sbaglia lo stop allungandosi troppo la sfera, Piersimoni è un falco e intercetta la palla involandosi verso la porta vuota e siglando il più facile dei gol di giornata. Sembra finita, ma Villorba ha la forza di accorciare lo svantaggio nei restanti novanta secondi di gioco. Zannoni trafigge Beltrami in diagonale, poi De Poli riscatta l’errore precedente siglando il tiro libero del definitivo sei a quattro. Finisce così una sfida ricca di emozioni al Comunale di Santa Maria Apparente, che ha visto i rossoblù portare a casa meritatamente tre punti vitali per morale e classifica. Venerdì prossimo altra sfida salvezza con il PesaroFano dell’ex tecnico Roberto Osimani, distante solo due lunghezze. Soddisfatto e raggiante, al termine della gara, mister Angelo Lepretti:”Vittoria che sblocca le nostre paure e ci permette di guardare con maggiore serenità al futuro. Abbiamo lasciato l’ultimo posto e iniziato il nostro vero campionato. Tutti davvero bravi, con Piersimoni e Belloni in stato di grazia. Siamo felici, sappiamo di potercela giocare con tutti e oggi abbiamo dimostrato di essere un’ottima squadra e un grande gruppo”

CIVITANOVA-FUTSAL VILLORBA 6-4 (1-2 p.t.)