NUOVO OSPEDALE A FERMO ENTRO IL 2016

FERMO- Si è tenuta ieri pomeriggio presso il Palazzo dei Priori del Comune, una conferenza stampa di presentazione del progetto definitivo del nuovo Ospedale di Fermo.
Hanno preso parte all’incontro il vice presidente della Giunta regionale, Paolo Petrini, il sindaco di Fermo, Nella Brambatti, il presidente della Provincia, Fabrizio Cesetti, il direttore del Dipartimento per la salute e i servizi sociali della Regione, Carmine Ruta, Luciano Moliterni dell’ufficio Edilizia sanitaria e ospedaliera della Regione, i tecnici responsabili della progettazione.
Durante l’incontro con la stampa è stato presentato il progetto definitivo approvato e le tappe successive che porteranno alla realizzazione della nuova struttura ospedaliera.
“Entro dicembre sarà pubblicato il bando per il progetto esecutivo e assegnazione lavori – ha detto Petrini – aggiudicazione entro giugno e inizio lavori entro settembre. Con Comune e Provincia faremo un accordo programma per l’area e la viabilità connessa all’ospedale. Andiamo avanti con il procedimento di gara, contiamo di realizzare le successive incombenze previste in modo da dar via ai lavori nel corso del prossimo anno. Poter costruire un nuovo ospedale negli anni a venire non sarà più possibile, il Governo ha congelato nuovi investimenti. Fermo è quindi l’ultima struttura sanitaria finanziata con un congruo cofinanziamento dallo Stato. Finalmente potremo avere spazi adeguati per medici e malati, in un struttura tecnologicamente adeguata per servizi appropriati. La medicina fa passi avanti da gigante, per reggere questo passo, occorre adeguarsi sotto il profilo tecnologico. A Fermo avremo un presidio di primo livello, per offrire ai cittadini dell’area vasta un servizio appropriato, con relazioni verso altri presidi e territori, per un salto di qualità effettivo, auspicato da tempo”. “La collaborazione del Comune – ha detto Brambatti – è stata decisa e per la massima celerità dei percorsi, anche grazie al consiglio, che è intervenuto per i passaggi necessari agli aspetti urbanistici e patrimoniali, mentre a seguito interverremo sulla viabilità. Il contesto finanziario per il paese è molto difficile, siamo quindi soddisfatti di poter procedere con celerità.” “Questo intervento è un punto di svolta per la provincia di Fermo – ha detto Cesetti – in un settore fondamentale per i cittadini come la salute.
La Regione sta lavorando velocemente, in tre mesi vediamo già i primi risultati della collaborazione tra Regione, Provincia e Comune. Se si vuole si può essere veloci. Noi facciamo la nostra mettendo gratuitamente a disposizione l’area, impegnandoci per quattro milioni di euro”. “Marche e Lombardia sono le uniche Regioni con la sanità in equilibrio – ha detto Ruta – noi lo siamo da sei anni. Il contesto è difficilissimo, per la prima volta la spesa sanitaria scenderà è quindi molto positivo l’investimento che questo territorio si appresta a ospitare. La sanità sta cambiando occorre dare servizi con meno risorse, intervenendo sull’organizzazione, basandoci su aree omogenee d’utenza. La sanità marchigiana è virtuosa, ma abbiamo strutture polverizzate, stiamo quindi portando avanti una trattativa con lo Stato per salvaguardare le nostre caratteristiche. Aver fatto accordi di programma in passato ci permette di fare alcuni investimenti, anche in presenza di tagli pesantissimi. Come qui a Fermo. Domani firmeremo l’assegnazione lavori per il nuovo ospedale di Osimo – nuovo Inrca e stiamo lavorando sul Salesi. Quello di Fermo sarà una struttura con percorsi concepiti in modo molto moderno, compatto e funzionale.Ci sarà una vasta gamma di servizi garantiti, tutti quelli previsti per strutture di primo livello, pensati in modo integrato da un punto di vista logistico”.

[print_gllr id=1510]