IL TRASPORTO PUBBLICO NELLE MARCHE. CONVEGNO DELLA STEAT A PORTO SANT’ELPIDIO

Proseguono gli appuntamenti dell’azienda di Trasporto Pubblico Locale del Fermano, la Steat, organizzati per celebrare il 25ennale dalla fondazione.

“Con questo viaggio celebrativo, in particolare con la mostra che sta toccando numerosi Comuni della Provincia coinvolgendo migliaia di studenti, si guarda al passato ma al contempo dobbiamo cercare di capire cosa riserva il futuro. Il futuro – spiega Fabiano Alessandrini, presidente Steat – entra prepotentemente nel convegno in programma oggi alle ore 17 a Porto Sant’Elpidio, in cui tratteremo le tematiche del Tpl, partendo dalla nuova legge regionale che segnerà il prossimo decennio”.

La legge sta compiendo il suo iter. La Giunta regionale l’ha licenziata affidandola per modifiche o conferme alla Commissione Trasporti. Dopo questo passaggio arriverà in Consiglio Regionale per l’approvazione finale. “Questo – ribadisce con forza Alessandrini – è il momento per riflettere e intervenire con modifiche. Il tempo è a nostro favore, ma dobbiamo capire cosa vogliamo. Per farlo abbiamo pensato a questo convegno che vuole informare e rendere partecipi tutti i cittadini sui rischi e le opportunità che riguardano il futuro del Tpl”.

L’incontro sul tema ‘Il trasporto pubblico nelle Marche: tra la modalità di gestione del servizio e l’evoluzione del settore’, oltre all’intervento del presidente della Steat, vedrà la relazione degli Avv. Leonardo Archimi e Sara Sileoni dello Studio Consulex di Macerata e successivamente una tavola rotonda alla quale parteciperanno Luigi Viventi (Assessore regionale ai Trasporti), Sergio Strali (Dirigente del Servizio Trasporti della Regione Marche), Nicola Biscotti e il Marcello Pesaresi (rispettivamente Presidente Nazionale e Vicepresidente regionale dell’Anav, associazione datoriale delle aziende private), Stefano Belardinelli ed il sen. Giorgio Londei (Consiglieri Nazionali dell’Asstra, associazione datoriale delle aziende pubbliche). Saranno presenti anche le maggiori autorità politiche del fermano, il vicepresidente della Regione Paolo Petrini, il presidente della Provincia Fabrizio Cesetti, il presidente della Camera di Commercio Graziano Di Battista ed infine il Sindaco padrone di casa, nonché Presidente Anci-Marche Mario Andrenacci.

Con la nuova organizzazione, la gestione del Tpl, oggi affidata a Province e Comuni sotto la supervisione della Regione, passerà interamente nelle mani di Ancona. Con vantaggi e possibili svantaggi: “L’integrazione tra i bacini e tra i servizi, dal ferro alla gomma, che può garantire la Regione è fondamentale, ma al contempo gli enti locali, Provincia e Comuni, verranno privati di alcune importanti funzioni. Ad esempio i contratti, sulle tratte da percorrere, con gli enti locali che garantiscono una maggiore conoscenza del territorio e tempi decisionali più rapidi nell’organizzazione del servizio”.

Il tema chiave, però, resta sempre uno: quale futuro? “Il Tpl può intraprendere solo due strade per aumentare la propria efficienza, che nelle Marche è già elevata. La prima – conclude Alessandrini – è quella dei tagli. Se è il risparmio che si cerca, si possono costringere le aziende a tagliare le tratte meno redditizie, finendo però per privare il territorio di un servizio e portando il sistema al collasso. La seconda, invece, è aumentare l’efficienza del sistema complessivo. Le aziende lo hanno fatto da tempo, ora servono le infrastrutture, insomma investire creando parcheggi scambiatori, zone urbane limitate al traffico privato, corsie preferenziali oggi carenti in molte città, che migliorerebbero i tempi portando a importanti risparmi e aumentando l’appeal negli utenti che non amano trovarsi in mezzo al traffico come se fossero in auto”.

Temi importanti che coniugano la storia di un servizio efficiente, e i 25 anni di attività della Steat chiusi con i bilanci in ordine lo dimostrano, e il futuro di un servizio fondamentale per il cittadino e l’ambiente, perché un miglior trasporto pubblico significa minor inquinamento e aria sempre più pulita da destinare ai fermani del futuro, quelli che oggi affascinati si perdono davanti alle foto storiche della mostra itinerante.

Appuntamento da non perdere, alle ore 17, a Villa Baruchello a Porto Sant’Elpidio. Fuori dalla villa si potrà anche ammirare la mostra storica di foto e modellini d’epoca allestita in un autobus della Steat.