DUE BAMBINE NATE A PORTO SAN GIORGIO. Non accadeva dal 1988. Il parto è avvenuto in casa. Una bella storia ricca di coincidenze.

Amanda Ricci e Anita Levantesi sono nate entrambe in Viale della Vittoria. Entrambe il 17 novembre 2012. La prima alle 01.12, l’altra alle 10.07. Entrambe sarebbero dovute venire alla luce il 21 novembre e invece, altra curiosa coincidenza, è come avessero deciso di nascere sabato 17.

3 chili e 880 grammi il peso di Amanda, 4 chili e 200 grammi quello di Anita. Parto in casa per le loro mamme, Elisa e Laura, assistite dalle stesse ostetriche: Irene Marzetti, Chiara Ciucci ed Eleonora Giacobbi, libere professioniste arrivate da San Benedetto del Tronto, che nella notte tra il 16 e il 17 novembre hanno fatto la spola tra le case delle due gestanti.

Un fatto straordinario la nascita delle piccole, un evento che non accadeva a Porto San Giorgio dall’aprile del 1988: fino all’aprile del 1984 era ancora aperto il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale cittadino, una nascita si registra anche a maggio dell’85 e l’ultima, sempre in ospedale, è stata proprio nel 1988.

Le famiglie Ricci e Levantesi hanno scelto il parto in casa per le loro primogenite, modalità, tra l’altro, per la quale la Regione Marche (come quelle di Lazio, Emilia Romagna, Piemonte e della Provincia di Trento) prevede il rimborso del 50% delle spese.

La naturalità del parto e la maggiore consapevolezza del proprio corpo – racconta Giacomo Ricci, il babbo di Amanda – sono state alla base della nostra decisione. Senza nulla togliere alle professionalità a disposizione negli ospedali, pensiamo che il parto in casa sia più rispettoso di mamma e nascituro e, inoltre, viene organizzato seguendo le loro esigenze”.

Ben 31 ore è durato il travaglio della signora Laura, originaria di Milano e sposata con il sangiorgese Stefano Levantesi, genitori di Anita: “Lavoriamo all’estero, siamo sempre in giro – racconta papà Stefano – soprattutto in America Latina. Però abbiamo voluto che Anita nascesse a Porto San Giorgio e la casa di mia madre Anna aveva spazio sufficiente per accogliere tutti i parenti che ci sono stati vicini in questo momento bellissimo. Con Giacomo e Elisa Ricci ci conosciamo, abbiamo seguito il corso tenuto dalle stesse ostetriche e le coincidenze che ci uniscono in questa bella storia sono tante: che dire di più? Senza dubbio Amanda e Anita saranno amiche!”.

Il Sindaco Nicola Loira ha scritto alle famiglie, inviando alle bimbe e ai genitori gli auguri e le felicitazioni sue e dell’Amministrazione tutta, per aver onorato la città con un gesto così coraggioso e importante.

[print_gllr id=1503]